}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Impanadas squisite tortine salate e farcite che vengono preparate in quasi tutta la Sardegna.

Impanadas squisite tortine salate e farcite che vengono preparate in quasi tutta la Sardegna.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il martedì 25 marzo 2014 | 09:48:00

Ingredienti: 4 persone

300 g di semola di grano duro
80 g di burro
sale
burro per gli stampini

 

Le panadas o impanadas ( che in sardo significa “palle”) sono le squisite tortine salate e farcite che vengono preparate in quasi tutta la Sardegna.
La panada è un piatto di origine antica, addirittura nuragica; la tradizione di prepararle si conserva tutt'oggi in molti paesi della Sardegna, in particolare ad Assemini e a Oschiri, dove viene considerata il piatto più tipico, tanto che alla panada è stata dedicata una sagra.
In genere il ripieno è di formaggio o di carne di maiale tritata e accompagnata da verdure ma a volte viene preparata con pancetta oppure con la carne di agnello e in alcuni casi insaporita con funghi o carciofi sott’olio, senza contare le versioni ripiene di pesce, in genere anguille.
”Sa panada” veniva consumata nei giorni di festa, oppure offerta in dono a persone di un certo riguardo e rilevanza.

Impanadas

Preparazione: 45’ più il tempo di riposo + 50’ di cottura
  • Preparate la pasta setacciando la semola sulla spianatoia e unendo una presa di sale, il burro a dadini e l’acqua necessaria a ottenere una pasta omogenea.
  • Raccogliete l’impasto formando una palla, copritela con un canovaccio e fatela riposare in luogo caldo per 30 minuti.
  • Nel frattempo scaldate l’olio in un tegame e unite le rigaglie ben lavate; quando saranno rosolate, toglietele dal condimento e tenetele da parte.
  • Nel grasso residuo fate appassire la cipolla, sbucciata e tritata fine, aggiungete la carne di manzo e di maiale a dadini, salate, mescolate per insaporire bene il tutto e proseguite la cottura per qualche minuto.
  • Tritate le rigaglie e aggiungetele alla carne mescolando bene, quindi fate cuocere ancora per 5 minuti.
  • Togliete dal fuoco e profumate con noce moscata grattugiata, prezzemolo tritato e lo zafferano.
  • Stendete la pasta con il matterello in una sfoglia sottile e dividetela in due parti, una grande il doppio dell’altra.
  • Usate la sfoglia più grande per foderare quattro stampini monoporzione cilindrici imburrati, distribuite un poco di ripieno in ogni stampino, quindi coprite con i dischi di pasta ricavati dalla sfoglia restante.
  • Sigillate bene i bordi e fate cuocere in forno a 180 °C per circa 20 minuti. Servite subito, appena sfornato.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti