}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.

Aragosta in camicia.

PUBBLICATO DA Maia Susana Diaz on domenica 2 marzo 2014 | 14:16:00

Ingredienti: per 6 persone

1 aragosta di 800 g lessata
150 g di farina
sale 

L'aragosta è un saporito crostaceo molto ricercato perché consente  la preparazione di molti manicaretti  eleganti nella presentazione e invitanti nel profumo e nel sapore. La grande qualità delle carni dell'aragosta erano apprezzate fin dall’antichità: nei vivai pompeiani si trovano mosaici rappresentanti questo animale che lotta contro un polpo. In epoca romana l’aragosta era generalmente denominata "locusta" e considerata un cibo molto prezioso, ma indigesto: veniva infatti consigliato di cuocerla in acqua e aceto.

Aragosta in camicia

Preparazione: 25’ + 10’ di cottura
  • Private l’aragosta della testa, eliminate il sacchetto grigio e svuotatela; rompete le antenne alla base e ricavatevi la polpa; con le forbici tagliate il carapace dell’aragosta lungo la parte ventrale, estraete la coda ed eliminate il filo intestinale.
  • Tagliate la coda a dadi, versateli in una bacinella, unitevi le parti molli ricavate dalla testa, regolate di sale e mescolate.
  • Disponete la farina a fontana; versate nel centro 1 dl di acqua, una presa di sale e impastate prima con la forchetta, poi con le mani, sino a ottenere un composto liscio e omogeneo, aggiungendo acqua o farina se fosse necessario.
  • Stendete la pasta con l’apposita macchinetta il più sottilmente possibile, tanto da farla risultare trasparente, poi tagliatela a losanghe.
  • Avvicinate alcune losanghe di pasta sovrapponendole in parte, disponetevi sopra una porzione di aragosta, quindi appoggiatevi altre losanghe.
  • Preparate in questo modo altri ravioli aperti sino a esaurimento degli ingredienti, poi fateli cuocere al vapore.
  • Mettete 3 dita di acqua nella casseruola a bordi alti su cui disporrete la griglietta, portate a ebollizione.
  • Disponete quanto avete preparato sulla griglia e fate cuocere per circa 10 minuti o sino a quando la pasta sarà cotta, infine servite, guarnendo a piacere.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti