}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » » Milano Food Week, un collettore di eventi gastronomici.

Milano Food Week, un collettore di eventi gastronomici.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il giovedì 15 maggio 2014 | 12:08:00

Street food è una parte del tutto, ma non è il termine esatto. No, i nove giorni per 300 eventi della sesta edizione di Milano Food Week, dal 16 al 24 maggio, dovrebbero ricordare più una sorta di «Giornate aperte della cultura culinaria».

Con Milano a farla da padrone. Perché basterà guardarsi intorno, dai portoni più belli della città alle piazze storiche, da dove sventolerà lo stendardo-logo sul quale sono stilizzate le posate con un calice al centro, per entrare e uscire da una esperienza.

E il fatto che la manifestazione sia stata presentata al ristorante Savini, in Galleria, non è un caso.

milano food week

Come non lo è la presenza dei due opposti che si attraggono: Paola Maugeri, notoriamente vegana, e Alessandro Negrini, chef, insieme a Fabio Pisani, de «Il Luogo di Aimo e Nadia». I due si sono ritrovati, per esempio, sulla figura di Franco Berrino, l’epidemiologo dei tumori, ispiratore dei corsi di cucina sana alla Cascina Rosa: dai cibi di provenienza vegetale («Ottimo consiglio», ha commentato Maugeri) alla carne.

Pare che il professore abbia detto più volte che, «se scelta e cucinata da Aimo e Nadia, non ci sono problemi», ricorda, con professionale ironia, chef Negrini. Poi ci sono gli organizzatori di Food Week, quelli di Food Tank, i quali ricordano che questi giorni lieviteranno, prendendo forma quasi da soli: «La Food Week non è un evento ma un collettore di eventi indipendenti, ideati e realizzati da appassionati, professionisti e aziende del mondo enogastronomico».

Qualche esempio. Si passeggia in centro, giri l’angolo, magari in direzione di una firma del design di Milano, ed eccoci davanti a Lago Store by Mav, in via Turati, 28, nei prossimi 23 e 24 maggio, per assistere ad una dolce ideale staffetta tra Madalina Pometescu, la vincitrice del talent Bake Off Italia, e il re del cioccolato, Ernst Knam; così come una passeggiata dalle parti di piazza Cordusio può riservare, svoltando in via Victor Hugo, da Løv Organic, un tête-à-tête con il mondo degli infusi. E ancora, basta arrivare domenica 18 a Milano col treno, lasciarsi alle spalle la monumentale stazione centrale, chiedere della vicinissima via Scarlatti, ed entrare nella gelateria al civico 5, per gustare un gelato vegan insieme a Paola Maugeri, autrice di «Las Vegans». Alle 17 in punto, ci mancherebbe.

E ancora. Grazie alle quattro cucine, allestite da Lube, dedicate a un tema rappresentativo di Milano e in una sua location, avremo: la «Fashion Kitchen» al The Brian & Barry Building San Babila; la «Public Kitchen» e la «Master Kitchen» presso l’Expo Gate di fronte al Castello Sforzesco; e la «Stage Kitchen» al Teatro Nuovo in Piazza San Babila; oltre alla già citata «Design Kitchen» in via Turati.

Insomma, tra le sezioni «Alta cucina», «Food 2.0», «Street Food» (eh già, c’è anche questa) e «Nutrizione e benessere», alzi la mano chi non ha ancora compreso l’obiettivo di Food Week. Sveliamolo, dunque. «Puntiamo a diventare il salone satellite del food nel corso dell’Expo 2015”» confessano gli organizzatori. Ciò vuol dire allungare la programmazione, dall’anno prossimo e con quella che sarà «Food City», per sei mesi e anche oltre. Del resto, la frequentazione di Food Week con Expo Gate va letta in questa direzione. E poi, come non puntare in alto, quando si fa showcooking con i grossi nomi della cucina: dalla coppia Berton-Oldani invitati a dire la loro sul «futuro del cibo» a Claudio Sadler, che aprirà il suo ristorante per svelarsi e svelare i trucchi del mestiere, a Daniel Canzian concentrato tra «tradizione e solidarietà» in cucina.

Non un tema da poco, e che ricorda ciò che, in prospettiva Expo, «Nutrire il Pianeta», stanno preparando al quartiere Greco, a Milano, con il progetto «Refettorio ambrosiano» benedetto da Sir Massimo Bottura, una mensa per i poveri attraverso il recupero del cibo cucinato nei padiglioni dell’Expo. Infine, per chi non potrà gustarsi dal vivo gli eventi di Food Week, ecco la diretta streaming grazie alla partnership con la piattaforma Social Kitchen.it.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti