}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Tacchino all'arancia con carciofi.

Tacchino all'arancia con carciofi.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 14 aprile 2014 | 20:32:00

Ingredienti: per 4 persone

800 g di fesa di tacchino
4 carciofi
2 porri
1 spicchio di aglio
1 arancia non trattata
1 limone
1 cucchiaio di Cointreau
400 g di polpa di pomodoro
3 bicchieri di brodo vegetale
1 ciuffo di prezzemolo
3 cucchiai di farina
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale

Le carni di tacchino hanno al loro interno grandi quantità di proteine ad alto valore biologico, ci riferiamo alla lisina e agli aminoacidi ramificati, al ferro biodisponibile e altri minerali, insieme a limitate quantità di grassi prevalentemente "insaturi". Oltretutto la quantità di grasso presente in questo tipo di carne è davvero minima: nel tacchino ne troviamo solo l’1,5% (dato ricavato dalla carne senza pelle). Il basso contenuto di lipidi, che tra le altre  cose risultano raccolti nella pelle, quindi facilmente eliminabili, riduce l’apporto calorico di queste carni, rendendole ideali per chi vuole mantenere la linea.

Tacchino all'arancia con carciofi

Preparazione: 30’ + 50’ di cottura

  • Mondate e affettate il porro a rondelle non troppo sottili; tagliate a cubetti la fesa di tacchino.
  • Mescolate la farina con una presa di sale e passatevi i cubetti di tacchino, rigirandoli per infarinarli uniformemente.
  • In una casseruola scaldate l’olio extravergine di oliva insieme con l’aglio sbucciato e schiacciato e ponetevi a rosolare prima i porri, per 5 minuti, poi i cubetti di tacchino infarinati, per altri 5 minuti.
  • Mescolate di frequente, in modo che la carne non si attacchi al fondo della casseruola.
  • Unite il Cointreau e lasciatelo evaporare.
  • Aggiungete quindi il brodo caldo e la polpa di pomodoro schiacciata con una forchetta.
  • Ricavate la scorza dall’arancia ben lavata, tagliatela a pezzetti e aggiungetela alla preparazione.
  • Mescolate, salate moderatamente e coprite la casseruola, lasciando cuocere a fuoco dolce per 20 minuti.
  • Nel frattempo mondate i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e i gambi; tagliateli a spicchi, che tufferete in acqua acidulata con il succo del limone per non farli annerire.
  • Aggiungete allo spezzatino i carciofi e continuate la cottura per altri 20 minuti.
  • Servite il tacchino e i carciofi nei piatti individuali, cospargendo con il prezzemolo fresco lavato e spezzettato.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti