}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , , » Il Tabbouleh o Tabulè è una pietanza araba del Vicino Oriente, appartenente alla cucina levantina.

Il Tabbouleh o Tabulè è una pietanza araba del Vicino Oriente, appartenente alla cucina levantina.

PUBBLICATO DA Maia Susana Diaz on lunedì 14 aprile 2014 | 20:24:00

Ingredienti: per 4 persone

150 g di burghul (grano spezzato cotto a vapore)
1 peperone dolce
4 pomodori ramati ben maturi
1 cetriolo
2 porri
qualche ciuffo di prezzemolo riccio
il succo di 1 limone
2 rametti di menta fresca
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
pepe nero in grani

Originario delle montagne della Siria e del Libano, il tabbouleh è diventato l'insalata più diffusa nella cucina mediorientale.

Nel mondo arabo ed in particolare in Siria è normalmente servito fra le Meze e guarnito con della lattuga.

La variante libanese utilizza più prezzemolo che bulgur, mentre nelle varianti siriana e israeliana questo secondo elemento è presente in quantità predominante.

Esiste una variante nella Cucina turca di questo piatto, conosciuta come kısır, mentre un analogo piatto nella Cucina armena è noto come eetch. A Cipro, dove il piatto è stato introdotto dai libanesi, è noto come tambouli.

In Libano, la cultivar di grano salamouni, coltivata nella regione di Hawran, nei monti e nella Valle della Beqa' e Baalbek era considerata nel XIX secolo come la migliore per realizzare il bulgur per la preparazione del tabbouleh.

tabuleh

Preparazione: 25’ più il tempo di riposo

  • Ponete il burghul in una pentola e aggiungete 2,5 dl di acqua bollente salata; coprite e lasciate riposare per circa 30 minuti in luogo tiepido, affinché si gonfi.
  • Nel frattempo lavate con cura tutte le verdure.
  • Mondate il peperone eliminando il picciolo, i semi e le nervature bianche interne; tagliate a metà i pomodori e privateli dei semi; sbucciate il cetriolo con un pelapatate.
  • Riducete tutta la verdura a dadini di uguale dimensione.
  • Mondate e tritate finemente i porri, il prezzemolo e le foglioline di menta, conservando una cimetta di quest’ultima e due ciuffi di prezzemolo per la decorazione.
  • Versate il succo di limone in una ciotola e stemperatevi un pizzico di sale; aggiungete l’olio a filo e una macinata di pepe e mescolate con cura.
  • Condite il burghul con l’emulsione ottenuta e mescolate per insaporire.
  • Lasciate riposare per circa 15 minuti, quindi servite in tavola disponendo il burghul al centro del piatto da portata e circondandolo con i diversi tipi di verdure.
  • Cospargete il tutto con il trito di porri, prezzemolo e menta e decorate con i ciuffetti di erbe aromatiche conservati.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti