}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , » Pizzette di pasta cresciuta.

Pizzette di pasta cresciuta.

PUBBLICATO DA Maia Susana Diaz on giovedì 25 settembre 2014 | 15:01:00

Ingredienti: per 2-3 persone.

Acqua 300
Latte 200
Farina manitoba 500 g
Lievito 5 g
Sale 20 g
Uovo 1
Formaggi misti grattugiati q.b.
Pomodori secchi q.b.
Origano o basilico q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Olio di semi di arachide q.b.

Le pizzette di pasta cresciuta alla napoletana sono “nu sfizio” nato tra i vicoletti del capoluogo partenopeo come cibo da strada.

La ricetta è molto semplice, si tratta in realtà di un impasto lievitato e fritto, da mangiare camminado (come si fa se lo si compra per strada a Napoli) o da portare in tavola come antipasto o in un buffet. Sono ottime sia semplici che con un ripieno. In questo caso sono i pomodori secchi.

La pasta cresciuta.

La pasta cresciuta è una pastella lievitata di acqua e farina; spesso è arricchita con fiori di zucca, acciughe tritate o baccalà. In Campania è utilizzata  per la preparazione delle zeppulelle (frittelle), tradizionale cibo di strada, da accompagnare al crocchè di patate.

 

Pizzette di pasta cresciuta

Preparazione: 30’

Cottura: 30’

  • Stemperate il lievito in una ciotola con l’acqua.
  • Unite il latte, il sale, aggiungete un po’ di farina e iniziate a lavorare energicamente.
  • Unite poco alla volta altra farina per ottenere un impasto semiliquido.
  • Quando avrete aggiunto metà farina, incorporate l’uovo leggermente slegato.
  • Aggiungete ancora 1 cucchiaio d’olio, le erbe aromatiche, i formaggi grattugiati e i pomodori secchi sminuzzati.
  • Continuate aggiungendo la farina rimanente.
  • Continuate a impastare energicamente dal basso verso l’alto fino a ottenere una pastella compatta.
  • Coprite con una pellicola per alimenti e lasciate riposare per almeno 30 minuti.
  • Trascorso il tempo, lavorate ancora per qualche secondo e fate riposare per altri 5 minuti.
  • Modellate tante palline con il composto, bagnandovi le mani per evitare che l’impasto si attacchi.
  • Scaldate abbondante olio di semi in una padella larga e friggeteci le palline.
  • Man mano che sono pronte, scolatele su un foglio di carta assorbente da cucina.
  • Portate in tavola e servite.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti