}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Faraona dorata e chutney di fichi, zenzero e uva.

Faraona dorata e chutney di fichi, zenzero e uva.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il martedì 28 aprile 2015 | 16:30:00

Ingredienti:

Per la faraona:

Petti di faraona 2
Strutto 1 noce
Traminer aromatico 1 calice
Miele al pino mugo 1 cucchiaio
Mirto 1 mazzetto
Salvia 1 mazzetto

Per il chutney:

Grappolo d'uva americana 1
Fichi di medie dimensioni 8
Radice di zenzero 1/2
Cannella in polvere 1 cucchiaio
Scorza di limone 1/2
Olio evo q.b.
Sale q.b.
pepe q.b.

La faraona è una carne impiegata tradizionalmente in ricette natalizie. Usata in alternativa al pollo, è più saporita ed è privilegiata per la preparazione di ottimi arrosti.

Come riconoscere una faraona di qualità.

Le faraone migliori sono quelle giovani, attorno agli otto mesi: quelle di età più tarda hanno la carne coriacea. Per riconoscere se un animale è giovane, osservate le zampe, che devono essere bianche o nere e prive di scaglie. La carne deve risultare tenera ma elastica.

Accompagnata ad un buon chuntney (salsa di accompagnamento agrodolce) di fichi, zenzero e uva ne ricaveremo un arrosto dorato dal sapore unico e caratteristico della cucina lombarda.

Consigli vari per preparare il chutney a casa.

Utilizzate possibilmente una pentola antiaderente e soprattutto che non sia di ferro, ottone o rame perchè gli acidi presenti negli ingredienti reagiscono male con queste sostanze e il chutney rischia di assumere un sapore metallico.

Faraona dorata e chutney di fichi, zenzero e uva

Preparazione:

  • Dispongo i petti di faraona in una teglia foderata con carta forno.
  • Bagno con un filo di olio evo, un pizzico di sale e pepe e lascio riposare.
  • In un pentolino con un filo d'olio metto i fichi precedentemente pelati, l'uva americana, la radice di zenzero grattugiato, la cannella in polvere, la scorza di ½  limone e uno spicchio d'aglio.
  • Lascio macerare a fuoco basso per  ottenere un composto ben denso.
  • In un saltiere aggiungo due noci di strutto e una volta ben caldo arrostisco il petto di faraona aggiungendo gli odori e sfumando a metà cottura con il vino.
  • A fine cottura spennello con il miele e lascio rosolare qualche istante.
  • Scaloppo il petto e servo con il chutney.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti