}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , » Ostriche gratinate alla Rockefeller, ecco una ricetta da veri “lord”.

Ostriche gratinate alla Rockefeller, ecco una ricetta da veri “lord”.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il giovedì 5 febbraio 2015 | 11:03:00

Ingredienti: per 4-6 persone

    Ostriche 24
    Spinaci tritati 150 g
    Scalogni 2
    Sedano 1 costa
    Prezzemolo 2 ciuffi
    Burro 80 g
    Pangrattato 100 g
    Tabasco q.b.
    Pernod 1/2 cucchiaino
    Sale grosso q.b.
    Sale q.b.

    Ecco una ricetta da veri “lord”: le ostriche gratinate alla Rockefeller. Sulla tavola di una cena elegante e sofisticata non possono proprio mancare le ostriche. Ma come ben sapete, amo personalizzare anche i piatti più semplici. Ed è per questo che voglio proporvi la mia ricetta delle ostriche gratinate alla Rockfeller, un’idea che ho avuto pensando ad un antipasto raffinato e invitante.


    Ostriche gratinate alla Rockefeller

    Preparazione: 15’

    Cottura: 15’

    • Tritate finemente gli spinaci, gli scalogni, il sedano e il prezzemolo e raccogliete tutto in una casseruola. Aggiungete il burro, un pizzico di sale, il pangrattato, una spruzzata di tabasco e il pernod e fate cuocere per 15 minuti a fuoco medio.
    • Levate dal fuoco e passate tutto a un setaccio (o frullate) per ottenere un composto omogeneo. Lasciate raffreddare e mettete in frigorifero.
    • Aprite le ostriche, recuperando il loro liquido.
    • Sgusciate i molluschi, eliminate le conchiglie piatte e lavate quelle concave.
    • Distribuite il sale grosso in uno strato di un paio di cm in una teglia da forno. Inumiditelo leggermente e adagiateci le conchiglie con dentro i molluschi.
    • Bagnate ogni ostrica con un po’ del suo liquido, filtrato.
    • Aggiungete in ogni conchiglia una cucchiaiata del composto preparato, facendo in modo da riempirla completamente.
    • Infornate a 200° C e fate cuocere per 10-15 minuti fino a completa gratinatura.
    • Levate e servite immediatamente.

    Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    CONDIVIDI

    A proposito di: Maia Susana Diaz

    Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

    0 commenti :

    Posta un commento

    Archivio Ricette

    vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

    I miei preferiti