}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Le sagne chine, o lasagne imbottite, sono un piatto tradizionale della cucina calabrese.

Le sagne chine, o lasagne imbottite, sono un piatto tradizionale della cucina calabrese.

PUBBLICATO DA Maia Susana Diaz on martedì 10 febbraio 2015 | 13:11:00

Ingredienti: per 4 persone

    Farina 500 g
    Uova 5
    Braciole di maiale 400 g
    Polpa di maiale tritata 200 g
    Salsiccia 1
    Carciofi 4
    Piselli freschi già sgranati 300 g
    Funghi champignon 300 g
    Provola silana 200 g
    Concentrato di pomodoro 1 cucchiaio
    Cipolla di Tropea 1
    Sedano 1 costa
    Uovo 1
    Vino rosso secco 1 bicchiere
    Limone 1
    Alloro 1 foglia
    Pecorino grattugiato q.b.
    Sugo di arrosto q.b.
    Farina q.b.
    Burro q.b.
    Olio extravergine d'oliva q.b.
    Sale q.b.
    Pepe q.b.

    Le sagne chine, o lasagne imbottite, sono un piatto tradizionale della cucina calabrese tipiche del periodo di Pasqua. Primo piatto ricco e assai sostanzioso, le lasagne chine rientrano nella tradizione delle ricette delle feste, preparazioni speciali particolarmente abbondanti e nutrienti, che venivano portate in tavola in occasioni speciali, come appunto quella del pranzo di Pasqua.

    Sagne chine

    Preparazione: 40’

    Cottura: 30’

    • Per la sfoglia:
    • Fate la classica fontana con la farina, unite al centro le uova e un pizzico di sale, e lavorate energicamente fino a ottenere un composto sodo e omogeneo.
    • Formate una palla, copritela con un telo e fate riposare per circa 1 ora.
    • Trascorso il tempo di riposo, ricavate tante sfoglie sottili e dividetele in rettangoli.
    • Sbollentateli in acqua salata, scolateli e versateli in una ciotola con acqua ghiacciata.
    • Fateli raffreddare, quindi disponeteli su canovacci puliti.
    • In un tegame fate rosolare le braciole con un filo di olio; toglietele e nello stesso tegame fate rosolare la carne tritata.
    • Una volta cotta, trasferitela in una ciotola e unite la salsiccia, spellata e sgranata, tre cucchiai di pecorino e l’uovo; salate, pepate e amalgamate.
    • Formate tante polpettine (delle dimensioni di una nocciola), infarinatele e friggetele in abbondante olio ben caldo; scolatele e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.
    • Mondate i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure, tagliateli a spicchi sottili e metteteli in una ciotola di acqua acidulata con succo di limone.
    • Mondate gli champignon e tagliateli a fettine.
    • In una casseruola fate appassire la cipolla e il sedano tritati con 1/2 bicchiere di olio.
    • Sfumate con il vino, unite i carciofi, i piselli e l’alloro, e fate cuocere per 5 minuti.
    • Aggiungete i funghi, aggiustate di sale e profumate con una macinata di pepe.
    • Aggiungete il concentrato di pomodoro, stemperato in poca acqua calda, e fate cuocere su fuoco basso per circa 15 minuti, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua calda.
    • Imburrate una pirofila, distribuite sul fondo un po’ di verdure, stendete il primo strato di lasagne e disponete sopra il sugo di arrosto, la provola tagliata a fette sottili, le braciole di maiale, private dell’osso e sminuzzate, le verdure, le polpettine e abbondante pecorino.
    • Procedete in questo modo, fino a esaurimento degli ingredienti e terminando con la pasta, il sugo di arrosto, una spolverizzata di pecorino e qualche fiocchetto di burro. Infornate a 180 °C e fate cuocere per circa 30 minuti.
    • Sfornate, lasciate riposare per qualche minuto e servite.

     Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    SHARE

    A proposito di: Maia Susana Diaz

    Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

    0 commenti :

    Posta un commento

    vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

    I miei preferiti