}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , , » Timballo (vegetariano) di anelletti in salsa di pomodoro.

Timballo (vegetariano) di anelletti in salsa di pomodoro.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il giovedì 30 ottobre 2014 | 16:42:00

Ingredienti: per 4 persone.

200 g di anelletti
300 g di salsa di pomodoro
150 g di caciocavallo ragusano
1 melanzana media
1 cipolla media
pangrattato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Gli anelletti, tipico formato di pasta siciliana, sono i protagonisti principali del piatto che descriverò. Questo trionfo barocco di pasta al forno, o "timballo di anelletti", altrimenti conosciuto come "pasta col forno", è parte integrante della tradizione gastronomica palermitana ed è legato alla sua storia. I primi timballi palermitani furono elaborati nel IX secolo, durante la dominazione araba, per poi diffondersi in diverse forme in tutta l'isola.

Importanza fondamentale per i siciliani è la facilità di trasporto, poiché spesso il timballo assume il ruolo da protagonista principale in un picnic fuori porta o, a seconda della stagione, nelle ricche tavole delle feste trascorse in famiglia. La ricetta tradizionale di questo trionfale piatto unico è multiforme e può contenere tra i più svariati ingredienti: dal ragù di carne ai piselli, dall'uovo sodo al salame, dal primosale al prosciutto, e via elencando.

La ricetta che vi propongo è una versione "vegetarianizzata" per i non carnivori, di gran lunga più "leggera" e "digeribile" di tutte le altre versioni dell'intera galassia sicula.

 

Timballo (vegetariano) di anelletti

Preparazione: 1 ora.

Cottura: 1 ora e 15 min.

  • In una capiente pentola dai bordi alti verserete dell'olio, aggiungerete la cipolla tritata e farete soffriggere.
  • Non appena si sarà dorata aggiungerete la salsa di pomodoro, il sale, il pepe e lascerete cuocere a fuoco basso per almeno mezz’ora.
  • Il sugo dovrà risultare nè troppo denso, nè troppo liquido.
  • Nel frattempo avrete tagliato la melanzana a cubetti.
  • La friggerete in una padella con sufficiente olio extravergine d'oliva.
  • In una pentola porterete a ebollizione l’acqua per la pasta, verserete gli anelletti e attenderete il tempo di cottura (13 minuti circa).
  • Mentre la pasta sarà in cottura, avrete tagliato a cubetti i 2/3 del caciocavallo.
  • Scolerete la pasta al dente e condirete con il sugo, le melanzane fritte e il caciocavallo a cubetti, quindi spolverizzerete con il restante caciocavallo grattugiato.
  • Ungerete quindi con un po' d'olio un recipiente in ceramica da forno, lo spolverizzerete con del pangrattato, lo riempirete con gli anelletti conditi e con un'ulteriore spolverata di pangrattato, quindi finirete la cottura gratinando in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.

Quanto nutre una porzione: 575 calorie

Vino consigliato: Greco di Tufo

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti