}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.

Il mitico tacchino del Thanksgiving.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il mercoledì 12 febbraio 2014 | 16:33:00

Ingredienti: per 11-15 persone

1 tacchino di circa 7 chili
sale kosher
erbe o spezie
burro

Il Thanksgiving, per noi, è solo una festa da film americano. O da tradizione esotica.

La ricetta originale appartiene però alla cuoca Judy Rodgers, che lo preparava allo Zuni cafè. Parsons decise di provare a cucinare, con lo stesso sistema, un tacchino. Il risultato? Fragrante, morbido e croccante, come mai avreste immaginato.

tacchino del Thanksgiving

Preparazione: 30’ + 3 ore e 30’ di cottura

  • Preparazione: lavate il tacchino dentro e fuori, e tamponatelo.
  • Prendete tre cucchiaini di sale e aggiungete erbe e spezie a piacimento (va benissimo la paprika affumicata , buccia di arancia e timo.
  • Oppure buccia di limone e rosmarino).
  • Mescolate tutto con il sale e tritate nel food processor. O, come ho fatto io, nel mortaio.
  • Massaggiate la parte interna del tacchino con il sale.
  • Giratelo e massaggiate il sale sulle ali e sul petto.
  • Se vi serve, usate anche altro sale.
  • Non troppo, però, mi raccomando.
  • Mettete il tacchino in una busta di plastica, tirate fuori l’aria e chiudete.
  • Mettetelo nel frigo.
  • Lasciatelo per tre giorni.
  • Aggiungete ogni giorno del sale e massaggiatelo.
  • Il tacchino, per intenderci, va curato.
  • Il giorno in cui dovete cucinarlo va tolto dal frigo e lasciato in una stanza a temperatura ambiente per almeno 1 ora.
  • Preriscaldate il forno a 230 gradi.
  • Tamponate ancora una volta il tacchino e conditelo con il burro.
  • Mettetelo in una pirofila e inseritelo nel forno.
  • Dopo 30 minuti, togliete la pirofila e girate il tacchino (è più facile farlo con le mani, usando un canovaccio).
  • Riducete la temperatura interna del tacchino (usate un termometro) a 170 gradi, inserite di nuovo il tacchino nel forno e arrostitelo per altre 2 ore e mezzo.
  • A quel punto toglietelo dal forno e trasferitelo in un piatto da portata.
  • Lasciatelo riposare 30 minuti perché i sughi si ridistribuiscano nella carne.
  • Affettate e servite.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti