}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , » Taccole al ragù di coniglio e zafferano di L’Aquila.

Taccole al ragù di coniglio e zafferano di L’Aquila.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 15 luglio 2013 | 19:46:00

Taccole al ragù di coniglio e zafferano di L’Aquila

Le lenticchie sono tradizionalmente utilizzate nelle minestre o per guarnire i salumi natalizi, come cotechini e zamponi.I loro impieghi sono tuttavia molteplici: costituiscono un’insolita quanto gustosa salsa per paste asciutte, come qui proposto; semplicemente bollite forniscono la base di insalate da condire con olio e aceto e da servire fredde; possono inoltre essere utilizzate per preparare paté vegetariani da spalmare su crostini.
Ingredienti principali:
tagliatelle verdi fresche
lenticchie decorticate
aglio rosso di Sulmona

Ingredienti: per 4 persone

    farina 00 rinforzata
    uova
    sale

Per il condimento:
    200 g di polpa di coniglio, tagliata a dadini
    1 spicchio di aglio
    1 rametto di salvia
    80 g di pomodori rossi maturi, tagliati a dadini
    vino bianco secco
    50 stimmi di zafferano di L’Aquila
    1 mestolo di brodo vegetale
    olio extravergine di oliva
    sale

Preparazione:
  • Disponete la farina con una presa di sale a fontana sulla spianatoia e sgusciate al centro le uova.
  • Lavorate energicamente la pasta fino a ottenere un composto ben amalgamato, quindi avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e ponetelo a riposare in frigorifero per mezz’ora.
  • Stendete l’impasto sulla spianatoia infarinata fino a ottenere una sfoglia di 1 mm di spessore; con una rotella dentata ricavate dei rombi grandi circa 4 cm e disponeteli su un vassoio infarinato.
  • Fate scaldare in una casseruola 1 dl di olio e lo spicchio di aglio sbucciato, aggiungendo le foglioline di salvia; poco dopo togliete l’aglio e la salvia e aggiungete il coniglio a dadini.
  • Fateli rosolare, bagnate con mezzo bicchiere di vino aromatizzato con gli stimmi di zafferano, fatelo sfumare, quindi aggiungete il pomodoro a dadini e terminate la cottura con il brodo; regolate di sale.
  • Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente e fatela saltare per qualche minuto nel condimento preparato.
  • Servite nei piatti individuali, decorando a piacere con la restante parte dei dadini di pomodoro.


Vino consigliato: accompagnate il piatto, che ha sapore di media intensità, con un vino fruttato di piacevole impatto, come il Biferno Rosato o il Colli dell’Etruria Centrale Rosato.
vini-aurora
Nella stessa zona dove si produce il Chianti DOCG, sotto la denominazione Colli dell’Etruria Centrale si vinificano degli ottimi vini rossi, bianchi, rosati e dolci.
Ci troviamo in un’area a grande vocazione vinicola, dove la vite è presente da secoli e in cui vino, storia e territorio sono saldamente intrecciati. Meno nota della DOCG Chianti, la DOC Colli dell’Etruria Centrale ha l’obiettivo di tutelare e promuovere tutti quei vini di ottima qualità che nascono all’ombra della celebre DOCG.
BR/>Il Colli dell’Etruria Centrale Rosato è ottenuto dalle uve dei vitigni Sangiovese (minimo 50%) e Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero, Canaiolo Nero (massimo 50%); eventualmente completate da uve di altri vitigni raccomandati e autorizzati nella zona di produzione (massimo 25%). Il colore cerasuolo di questo vino è il risultato di una vinificazione dove la pigiatura è particolarmente soffice e la macerazione del mosto a contatto con le bucce è breve e parziale.
È un vino fresco, fruttato, floreale e gradevolmente erbaceo; da bersi nel pieno della sua espressione aromatica, dunque in gioventù, entro 1 anno circa dalla vendemmia.

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti