}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » » Vino San Colombano, l’unico vino DOC di Milano.

Vino San Colombano, l’unico vino DOC di Milano.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il sabato 6 luglio 2013 | 15:13:00

vino san colombano
Dei vitigni coltivati fino al secolo scorso, prima della ricostruzione dopo il flagello della fillossera, menzionati in citazioni storiche, sono rimasti Croatina, Barbera, Malvasia e Verdea, quest’ultima conosciuta come “l’uva d’oro”. La Collina del “San Colombano” Doc ha una tradizione di uve rosse, che si mantiene anche oggi. Croatina,  Barbera e Uva Rara sono le uve rosse più coltivate; sono in estinzione Ancellotta, Freisa, Dolcetto e Malbec mentre da qualche decennio con ottimi risultati sono iniziate le coltivazioni di Pinot nero, Cabernet Sauvignon, Franc e Merlot.

Fino a cinquant’anni fa le uve bianche coltivate erano soprattutto uve da mensa, da raccogliere in cassette per essere destinate alle tavole dei milanesi e dei lodigiani. La Verdea è il vitigno a bacca bianca di tradizione più lunga; vanta infatti oltre un millennio di storia. Produce un’uva fragrante dalla buccia resistente facilmente conservabile, fino all’appassimento.
vino san colombano
Per il viticoltore della nostra zona è tradizione conservare qualche grappolo di uva verdea da consumare durante il pranzo di Natale, in segno di gratitudine e di buon auspicio.  Per ottenere uva da mensa, venivano coltivati anche Chasselas e Uva regina, che insieme al moscato sono oggi scomparsi. La Verdea è da considerare un vitigno autoctono, attualmente in fase di studio, oggi coltivata per la vinificazione , produce un ottimo vino bianco fresco e fruttato. La coltivazione delle uve bianche si è estesa al Riesling Italico e Renano e da qualche decennio, al Pinot Bianco e Nero, allo Chardonnay, vitigni migliorativi, nobili che vinificati in purezza stanno dando degli ottimi risultati segno della vocazionalità del territorio e della professionalità dei produttori.

I riferimenti storici parlano di un vino di qualità che nasce dal laborioso rapporto fra la professionalità dell’uomo e la divina vocazionalità del territorio, premiato nel 1984 con il riconoscimento di zona a denominazione d’origine.
vino san colombano1
L'articolo 1 della legge n° 164 del 10 febbraio 1992, 'la nuova disciplina delle denominazioni d'origine dei vini' cita infatti: 'Per denominazione di origine dei vini si intende il nome geografico di una zona viticola particolarmente vocata utilizzato per designare un prodotto di qualità e rinomato, le cui caratteristiche sono conesse all'ambiente naturale e ai fattori unami.'

Le uve destinate alla produzione del “San Colombano” D.O.C. devono essere coltivate esclusivamente nella zona collinare che comprende in parte i comuni di Miradolo Terme e Monteleone in provincia di Pavia, Graffignana e Sant’Angelo in provincia di Lodi e San Colombano al Lambro in provincia di Milano.
  
Il vino D.O.C. “San Colombano” è prodotto con le uve rosse legate alla tradizione del Colle: la Croatina, dal 30 al 50%, Barbera, dal 25 al 50 % e Uva Rara, max 15 %. Possono inoltre concorrere alla produzione di detto vino anche le uve a bacca nera provenienti da vitigni raccomandati e/o autorizzati per le province di Milano, Lodi e Pavia presenti nei vigneti, da sole o congiuntamente, fino ad un massimo complessivo del 15% sul totale.

La Croatina, vitigno a bacca nera, originaria dell'Oltrepò Pavese, è qui coltivata, come è documentato, da almeno tre secoli. Ma viene da supporre che tale coltivazione sia molto più antica e che risalga allo stesso S. Colombano o ai suoi seguaci, che spostandosi, successivamente la introdussero in altre zone. Qui la Croatina, richiedendo un terreno profondo ed abbastanza ricco di materie organiche e ben esposto al sole, trova l'ambiente ideale. Produce un vino ricco di colore, vinoso, con profumo di frutta matura e di sottobosco; al Doc San Colombano da armonia e colore.

La Barbera è vitigno a bacca nera, molto diffuso, d'origine antica, ma documentato solo alla fine del '700. Al vino dà un colore rosso rubino, un buon profumo, un carattere piuttosto severo, una buona alcolicità e robustezza, caratteristiche che permettono al Doc San Colombano di sopportare un meritato invecchiamento.

L'Uva Rara è un vitigno a bacca nera, di antica origine che dà il meglio di se quando è coltivato in bassa collina. Vinificata da un vino non molto carico di colore, fruttato con profumo di spezie, in mescolanza con gli altri vitigni della Doc, da morbidezza al vino.

Questi tre uvaggi sapientemente dosati, concorrono a produrre il “San Colombano”: un vino di buona struttura, vinoso, armonico, caldo e profumato; un vino prodotto da bersi giovane, se brioso; se di buon corpo e alcolicità si presta, ad alcuni anni di invecchiamento diventando aristocratico ed austero. Nelle sue tipologie è un vino che accompagna la cucina tipica contadina: i salumi, le minestre, la cacciagione, il pollame, i piatti sostanziosi preparati con le parti povere del maiale come il cotechino e la cassoeula, gli stracotti, i bolliti, i formaggi anche stagionati e le castagne arrosto.
vini milano Cartina-3x2

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti