}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Insalata di ravanelli, radicchio e finocchio.

Insalata di ravanelli, radicchio e finocchio.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 8 luglio 2013 | 17:55:00

Insalata di ravanelli, radicchio e finocchio
Quando fa caldo è bene idratarsi scegliendo ingredienti ricchi di acqua.
Ingredienti principali:
ravanelli
radicchio rosso
finocchio

Ingredienti: per 4 persone
12 ravanelli
1 cespo di radicchio rosso
1 finocchio
20 g di pinoli
20 g di prezzemolo
2 cucchiai di senape di Digione
olio di oliva
sale 
 
Preparazione: 25’ + 5’ di cottura
  • Mondate il finocchio e tagliatelo nel senso della lunghezza a fette e poi a bastoncini.
  • Lavate i ravanelli e tagliateli a fette spesse; mondate il radicchio e spezzettatelo grossolanamente con le mani.
  • In una padella antiaderente senza aggiunta di grassi fate tostare i pinoli sino a quando saranno ambrati.
  • Mondate e tritate il prezzemolo.
  • Versate in un’insalatiera la senape, incorporatevi poco sale, 3 cucchiai di olio versandoli a filo e sbattendo con una forchetta, poi unite il prezzemolo.
  • Raccogliete nell’insalatiera le verdure e mescolate; distribuite l’insalata nei piatti, unitevi i pinoli e servite. 
senape digione
Digione è soprattutto rinomata per la senape (moutarde), la cui qualità è dovuta al suolo calcareo della regione, che produce dei semi di senape particolarmente forti. Il verjus (tipo di succo d'uva non fermentato), che entra nella produzione della senape di Digione, permette anche di sviluppare l'essenza e la piccantezza dei grani.
Le origini della mostarda risalgono probabilmente addirittura al medioevo quando si preparava un composto a base di mosto d'uva, mele e senape chiamato "mustus ardens" ovvero "mosto ardente" proprio per indicarne il sapore pungente.
Gli ideatori di questa salsa dal colore marroncino chiaro furono dei monanci Francesi della Borgogna che la usavano per insaporire soprattutto le verdure dei loro orti.
Col passare del tempola mostarda divenne un alimento sempre più conosciuto ed apprezzato tanto da occupare un posto molto rilevante nella cucina Francese, nella quale si possono contare almeno cento ricette contenenti questo intingolo saporito che prese il nome di "moutarde"

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti