}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Spiedini di gamberoni, cipolle e zucchine su carciofi.

Spiedini di gamberoni, cipolle e zucchine su carciofi.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il mercoledì 17 luglio 2013 | 17:34:00

Filetti di razza in pastella_thumb[2]
Ingredienti principali:
gamberoni
cipolla rossa
zucchina grossa 

Ingredienti: per 4 persone 

16 gamberoni
1 cipolla rossa grossa
1 zucchina grossa
4 carciofi
1 limone
1 spicchio di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 dl di vino bianco secco
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Preparazione: 20’ + 10’ di cottura.
  • Tagliate il baccalà a pezzi di circa 10 cm, metteteli in una pentola e copriteli con acqua fredda.
  • Portate a ebollizione, cuocete per 5 minuti, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il pesce nella sua acqua di cottura per 20 minuti.
  • Sbucciate e schiacciate l’aglio e rosolatelo in una padella con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • Quando sarà colorito ma non troppo dorato, frullatelo insieme con il baccalà ben scolato, un pugno di foglie di prezzemolo, il timo, la maggiorana, la mollica di pane, ammorbidita nel latte e ben strizzata, le uova, il pecorino, sale e pepe.
  • Con le mani umide prelevate una piccola quantità del composto preparato e formate delle polpettine grandi quanto un’albicocca.
  • Appiattitele leggermente, passatele nella farina, quindi friggetele in abbondante olio molto caldo.
  • Toglietele con il mestolo forato, disponetele su carta assorbente da cucina a perdere l’unto in eccesso e servite.  
 
Vino consigliato: la preparazione ha sapore pieno, grazie anche lla presenza dei gamberoni; servitela con un vino bianco di medio corpo, come il Trebbiano d’Abruzzo o il Genazzano Bianco.
genazzano bianco
Il vino bianco Genazzano Bianco Doc prodotto in maniera particolare in Lazio è un vino Bianco Secco, la cui coltivazione e trasformazione abbonda in maniera particolare nei comuni di Genazzano, dove col tempo la tradizione del vino Genazzano Bianco Doc è diventata un prodotto di lusso assoluto. Numerosi sono, appunto, i produttori di indubbio prestigio con base in questa regione, alcuni dei quali di distinguono per l'eccellenza dei loro prodotti e per la qualità della loro coltivazione. Anche il vino Genazzano Bianco Doc mostra le stesse caratteristiche peculiari di tutti i vini bianchi che, a differenza dei vini rossi, sono caratterizzati da una vinificazione che non annovera nelle sue fasi il contatto tra vinacce e mosto in trasformazione.
Caratteristiche Genazzano Bianco Doc
In riferimento alla vinificazione dei vini bianchi, ovvero relativamente a quel processo che permette all'uva di trasformarsi in vino, si deve essere molto cauti in ogni fase visto che va evitato il contatto con l'aria che potrebbe provocare ossidazione e quindi peggiorare le caratteristiche organolettiche del vino stesso. Anche il vino Genazzano Bianco Doc si distingue per determinate caratteristiche che sono tipiche di tutti i vini bianchi: il colore che esteriormente appare giallo in tonalità che cambiano dall'ambrato al verdolino, dal dorato al paglierino, il profumo che in linea di massima assume i toni del floreale o del fruttato, il sapore tradizionalmente meno intenso rispetto a quello dei vini rossi. I vini bianchi, appunto, sono in generale meno alcolici dei rossi e quindi più facilmente consumabili anche nelle stagioni calde, e si caratterizzano per un sapore dai toni caldi con lievi sfumature di liquirizia, cannella e tabacco biondo. I vini bianchi vanno consumati solitamente dopo due o tre anni dalla vendemmia, anche se negli ultimi anni alcuni intenditori stiano riconsiderando la capacità dei vini bianchi di stagionare. Per questa ragione esistono alcuni vini bianchi molto soggetti all'invecchiamento, che per grandi linee sono il risultato di una vinificazione abbastanza lunga.
Ricette consigliate con Genazzano Bianco Doc.
La saporita cucina e le storiche tradizioni culinarie della regione Lazio sono ben valutate dal gusto e dagli aromi inconfondibili del vino Genazzano Bianco Doc. In generale questo tipo di vino riesce a sposarsi bene concon quasi tutti i prodotti del territorio, ma se volete gustarne appieno il gusto allora vi consigliamo le seguenti ricettefettuccine ai carciofi, gnocchi alla romanza, fave e pecorino, stringozzi. Da ricordare che questo vino Bianco va servito come la maggior parte dei vini bianchi ad una temperatura che può andare tra i 7° e i 9°, preferendo per il servizio il calice, la flute o la coppa.

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti