}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Zuppa di vongole veraci allo zafferano.

Zuppa di vongole veraci allo zafferano.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 15 luglio 2013 | 19:12:00

Zuppa di vongole veraci allo zafferano

Ingredienti principali:
vongole veraci
zafferano di L’Aquila
peperoncino piccante

Ingredienti: per 4 persone

1,5 kg di vongole veraci
1 bustina e 1/2 di zafferano di L’Aquila
1 grossa cipolla
1 peperone giallo
1 peperoncino piccante
200 g di pomodorini maturi
dragoncello
olio extravergine di oliva
aceto
fette di pane casereccio per accompagnare

Preparazione: 20’ più il tempo di spurgatura + 25’ di cottura
  • Sciacquate le vongole e mettetele a spurgare in una grossa pentola con acqua salata per almeno 6 ore.
  • Scaldate in una capace casseruola 1 dl di olio, unite la cipolla, sbucciata e affettata al velo, il peperone, mondato, lavato e tagliato a listarelle, e il peperoncino tritato; fate appassire il tutto a fuoco basso per circa 15 minuti.
  • Aggiungete i pomodorini, lavati e tagliati a metà, e lo zafferano e proseguite la cottura per altri 3-4 minuti.
  • Unite le vongole, che avrete sciacquato con cura, e fatele aprire a fuoco vivace e a recipiente coperto.
  • Cospargete di abbondante dragoncello tagliuzzato e servite, accompagnando con fette di pane tostato condite con un filo di olio e una spruzzata di aceto.


Vino consigliato: la preparazione, ricca dei sentori conferiti dallo zafferano, richiede un vino bianco gentile come il Biferno Bianco o il Vermentino della Riviera Ligure di Ponente.
biferno bianco
Il Biferno Bianco è un vino Doc prodotto nella regione Molise.
Le caratteristiche organolettiche che lo identificano sono il colore paglierino con riflessi verdognoli, l’odore gradevole, delicato, leggermente aromatico ed il sapore asciutto, armonico, fresco. Deve avere un titolo alcolimetrico minimo al 10,5 %vol.
E’ un vino polivitigno, il cui disciplinare di produzione prevede il seguente uvaggio:
    Trebbiano Toscano, 65-70%
    Bombino bianco, 25-30%
    Malvasia bianca, 5-10%

Viene servito alla temperatura di 8-10°C. Accompagna i piatti della cucina tradizionale italiana, sposandosi con formaggi leggeri, fior di latte e caciocavallo silano, trote al forno
Il Biferno, prodotto in provincia di Campobasso, è uno tra i più prestigiosi vini del Molise. Il suo nome deriva da quello del principale fiume della regione, l'antico Tifernus, oggi Biferno appunto, così chiamato perché scaturisce da 'due bocche' nel territorio di Boiano. È nelle campagne intorno a Campobasso che vengono coltivati i vigneti che danno origine al Biferno, nelle sue tre versioni Bianco, Rosso e Rosato. E, se il Bianco si ottiene in prevalenza da uve di Trebbiano toscano derivanti da viti allevate a un'altezza che non può essere superiore ai 600 metri sul livello del mare, il Rosso e il Rosato sono prodotti principalmente con uve Montepulciano e devono essere frutto di viti coltivate a non più di 500 metri di altezza sul livello del mare.
 
Come si consuma.

Il Biferno Bianco si gusta in calici svasati a 8-10°C abbinato a fior di latte, Caciocavallo silano, trote al forno; il Biferno Rosso, da bere in calici bordolesi a 16-18°C, è particolarmente indicato per accompagnare carni bianche al forno, carni rosse alla griglia, pecorino stagionato, soppressata, piatti di polenta al ragù o paste elaborate; il Biferno Rosato, da versare in calici ampi e aperti, si sposa con i fagioli, la soppressata e il coniglio alla cacciatora.

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti