}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Pollo al vino, un classico della cucina d'Oltralpe.

Pollo al vino, un classico della cucina d'Oltralpe.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il sabato 30 aprile 2011 | 11:20:00


II pollo al vino è una ricetta tipica della Borgogna ma ormai diffusa in tutta la Francia. 
Fra le numerose varianti del piatto sono da segnalare quella che prevede l'aggiunta del fegato del volatile passato al setaccio a fine cottura e quella senza funghi con il semplice abbinamento di patate lessate.

Per un risultato garantito, acquista una pollastra di Eresse: famosa in tutto il mondo, bacami leggermente più grasse e molto tenere.

Ingrediente Principale: Pollo - Lardo a dadini - Vino rosso - Cognac o brandy - Funghi champignon - Scalogni
Ricetta per persone n. 4
Note:
260 calorie a porzione


Ingredienti 1 pollo di circa 1,5 kg, già pulito e tagliato a pezzi
80 g di lardo a dadini (o pancetta)
1/2 l di vino rosso corposo, tipo Nebbiolo
4 cucchiai di Cognac o brandy
150 g di funghi champignon + 12 cipolline o cipollotti novelli
1 spicchio d'aglio
12 scalogni
1 mazzetto aromatico (alloro, timo, rosmarino, salvia)
1/2 cucchiaio di farina
Preparazione: 1 ora e 40'
  • Prepara il pollo.
    Scalda metà burro nel tegame con 2 cucchiai di olio.
    Rosola i pezzi di pollo, lavati e asciu­gati, per circa 7-8 minuti a fiamma viva, girandoli più vol­te.
    Sgocciolali con un mestolo forato e mettili da parte in un piatto.
    Aggiungi il lardo e i cipollottì (o le cipolline), la­vati, asdugatì e privati delle guaine esterne nel tegame con il sugo di cottura del pollo e fai rosolare il tutto per circa 6-7 minuti.
    Sgocciola il lardo e mettilo da parte in un piatto.

    Rosolalo.
    Aggiungi nel tegame con il condimento i pezzi di pollo, unisd gli scalogni spellati e tritati, l'aglio spel­lato e tagliato a metà e il mazzetto aromatico lavato e asdu-gato.
    Rosola ancora per qualche istante, spolverizza con la farina, mescola, irrora il Cognac e 1 bicchiere di (vino) e fai evaporare quasi completamente a fiamma viva, girando i pezzi di pollo almeno 1 volta.
    Versa il vino rimasto, regola di sale e pepe e profuma con abbondante noce moscata grattugiata.
    Copri e cuoci a fiamma molto bassa per circa 25 minuti.
    Sgocciola i cipollottì, tienili da parte e prosegui la cottura del pollo per altri 25 minuti con il coperchio.

    Completa e servi.
    Pulisci gli champignon, affet­tali e rosolali nella padella con il burro rimasto e 1 cucchiaio di olio.
    Sgocciola i pezzi di pollo e passa il sugo di cottura al disco fine del passaverdure.
    Rimetti pollo e sugo di cot­tura nel tegame, unisci gli champignon, lardo e cipollotti e prosegui la cottura per 10 minuti, versando un poco di acqua bollente o brodo, se necessario.
    Servi subito.

Aquistalo dal macellaio già tagliato e fiammeggiato (cioè privo di peluria).

Altrimenti, passalo più volte sulla fiamma del fornello a una distanza di circa 4 dita.

In ogni caso, lava I pezzi di pollo In acqua fredda corrente, poi asciugali con carta da cucina.

Se, invece, hai a disposizione un pollo intero, taglia le cosce e, seguendo l'articolazione del femore, staccale con un colpo netto.

Dividi ogni coscia in 2 parti, separando la sovracoscia dal fuso e taglia il petto in 2-4 partì.

Altre ricette che ti potrebbero interessare:




  • Petto di pollo farcito.



























  • Ricerca personalizzata
    Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:





    SHARE

    A proposito di: Maia Susana Diaz

    Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

    0 commenti :

    Posta un commento

    Archivio Ricette

    vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

    I miei preferiti