}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , » Cotechino con fonduta per la più classica delle cene.

Cotechino con fonduta per la più classica delle cene.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 30 dicembre 2013 | 22:26:00

Augurando a tutti i nostri navigatori uno splendido anno nuovo, in cui ciascuno possa realizzare i propri sogni, ecco qualche ricetta per la più classica delle cene: cotechino, zampone e tanti modi diversi per preparare le bene auguranti lenticchie!

Ingredienti: per 4 persone.

1 cotechino da 600 g

Per la fonduta:
400 g di fontina
40 g di burro
4 tuorli
1/2 bicchiere di panna
sale
pepe bianco

Nota:

1008 calorie a porzione

Cotechino con fonduta

Preparazione: 20’ + 1 ora di riposo+ 2 ore di cottura

  • Con un lungo ago da lana punzecchiate in vari punti il cotechino, avvolgetelo nella carta d’alluminio, immergetelo in una pentola d’acqua fredda, ponete sul fuoco e fate sobbollire circa 2 ore.
  • Ritirate il recipiente, lasciate riposare il cotechino per 10 minuti nella sua acqua di cottura, quindi sgocciolatelo e tagliatelo a fettine di un centimetro.
  • Preparate la fonduta: eliminata la crosta, tagliate la fontina a pezzetti, raccoglieteli in una terrina, versatevi tanta acqua quanto basta a ricoprirli e lasciateli riposare per 1 ora.
  • Sgocciolate i pezzetti di fontina, trasferiteli in una casseruola a fondo spesso, unite il burro freddo a fiocchetti, ponete il recipiente a bagnomaria e, sempre mescolando, lasciate fondere il formaggio che, all’inizio, forma una massa compatta che poi si scioglie lentamente fino ad assumere la consistenza di una crema.
  • A questo punto incorporate alla crema i tuorli mescolati con la panna, quindi lasciate la fonduta ancora a bagnomaria per 2-3 minuti.
  • Regolate sale e pepe, ritirate.
  • Sul piatto da portata disponete a disegno le fettine di cotechino, nappatele con alcune cucchiaiate di salsa versata a filo, servite il resto in salsiera.

Vino consigliato: Valle d'Aosta Petit Rouge.

Valle d'Aosta Petit Rouge

Il Valle d'Aosta Petit Rouge è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Aosta.

Caratteristiche del prodotto e suo abbinamento con il cibo: è un vino armonico dal sapore secco e asciutto, dal colore rosso rubino vivo talvolta con riflessi color malva, tendente al granato con l'invecchiamento, (profumo intenso di rosa canina e viola, se maturo tende alla mandorla, gusto secco, vellutato, di medio corpo, con finale lievemente tannico con finale giustamente tannico e amarognolo.

Usato a tutto pasto con salumi, zuppe locali, casse-croûte e carni.Temperatura di mescita, 18°-20°.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti