}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , » Il calabrese più bevuto: Cirò rosso classico.

Il calabrese più bevuto: Cirò rosso classico.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 18 novembre 2013 | 13:00:00

Il Cirò è un vino DOC, è il primo vino calabrese ad avere la Denominazione di Origine Controllata dal 1969.

Prodotto in provincia di Crotone nei comuni di Cirò e Cirò Marina e in parte nei territori di Melissa e Crucoli nelle varianti:

Cirò bianco
Cirò bianco classico
Cirò rosato
Cirò rosso
Cirò rosso superiore
Cirò rosso superiore riserva
Cirò rosso classico
Cirò rosso classico superiore
Cirò rosso classico superiore riserva

Vino_Ciro_Rosso_Classico
I calici di Cirò rosso sono da considerare probabilmente quelli più diffuso in ambito regionale: malgrado la legge ne regolamenti la produzione esclusivamente entro i confini dei comuni di Cirò Marina, Melissa, Crucoli, lungo la costa jonica, basta poco per rendersi conto che questo vino va per la maggiore tra le varie province calabresi.

Stiamo parlando di un vino che si presenta di colore rosso rubino intenso e tendente al violaceo con il trascorrere dell'invecchiamento; all'olfatto è forte e persistente, gradevole e non privo di note fruttate, mentre in bocca è decisamente sapido, caldo e corposo. In genere, l'affinamento di questo vino – cui gradazione alcolica non supera mai gli 11 gradi – dura fino all'1 giugno dell'anno successivo alla vendemmia.

Prima di servirlo in ampi calici, è consigliabile lasciarlo decantare per qualche minuto in appositi recipienti, onde consentirgli l'ossigenazione ideale. La temperatura perfetta per sorbirlo è compresa tra i 15 e i 17 gradi, l'abbinamento irrinunciabile prevede il capretto farcito, un secondo pasquale tipicamente calabrese, ma lo si può provare anche sui grandi arrosti di carni rosse e selvaggina, nonché sui formaggi a pasta dura. Il Cirò rosso viene ottenuto in seguito alla lavorazione delle uve Gaglioppo, un vitigno a bacca scura estremamente comune nel Meridione d'Italia, e commercializzato ad un prezzo che oscilla tra i 4 e i 15 euro, a seconda della bottiglia e dell'anno di imbottigliamento.

Qualora vi capitasse di entrare in una enoteca ben fornita, oppure di visitare un negozio di prodotti tipici calabresi, oltre al Cirò rosso classico e a quello superiore, potrebbe capitarvi di imbattervi nel Cirò rosso riserva, che conserva gran parte delle proprietà organolettiche fin qui analizzate, ma si distingue dal Cirò classico per il colore più acceso, per il periodo d'invecchiamento, che in questo caso può durare fino ad un massimo di quattro anni e, naturalmente, per la gradazione alcolica, che può arrivare a 14 unità.

Vino_Ciro_Rosso_Classico mappa

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti