}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , » Gnocchi de susini, primo piatto della cucina friulana, in special modo di Trieste.

Gnocchi de susini, primo piatto della cucina friulana, in special modo di Trieste.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il martedì 26 novembre 2013 | 21:22:00

Gli gnocchi di prugne, o come cita il dialetto “gnocchi de’ susini”, è un primo piatto della cucina del Friuli-Venezia Giulia, in special modo di Trieste, dove si assapora questa pietanza anche come dolce.

Ingredienti: per 4 persone

250 g di prugne nere essiccate
1 kg di patate farinose
250 g di farina
1 uovo
latte
100 g di burro
zucchero semolato
pangrattato
cannella in polvere

Gnocchi de susini

Preparazione: 30’ + 60’ di cottura

  • Mettete le prugne ad ammollare in acqua tiepida.
  • Quando saranno ben morbide, scolatele, strizzatele leggermente, denocciolatele e ponete nel centro di ciascuna, al posto del nocciolo, mezzo cucchiaino di zucchero.
  • Lavate le patate, mettetele in una pentola con acqua fredda e lessatele.
  • Scolatele quando saranno ben tenere, sbucciatele e passatele ancora calde allo schiacciapatate, facendo cadere il ricavato direttamente sulla spianatoia.
  • Aggiungete la farina, l’uovo, 2-3 cucchiai di latte e una noce di burro, quindi lavorate il tutto fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo.
  • Ricavate dei grossi gnocchi rotondi e disponete al centro di ciascuno una prugna, facendo attenzione a chiudere bene ogni pallina.
  • Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e cuocete gli gnocchi, scolandoli con il mestolo forato appena verranno a galla.
  • Disponeteli nei piatti individuali e conditeli con il burro spumeggiante in cui avrete soffritto il pangrattato; completate spolverizzandoli di zucchero e cannella e servite subito.
  • Vino consigliato: Il sapore dolce dato dalle prugne e dallo zucchero tipicizzano questo primo piatto, che richiede vini zuccherini come il Verduzzo dei Colli Orientali del Friuli Cialla o il Recioto di Soave.

Colli Orientali del Friuli Cialla Bianco

L’area detta Cialla è collocata nel comune di Prepotto ed è una piccola valle delimitata da macchie boschive. L’insieme di fattori geomorfologici e climatici la rende una sorta di isola in cui le uve esprimono caratteri particolari e irripetibili.

Con le uve a bacca bianca si vinifica il Cialla Bianco, che nasce da un progetto che ha come obiettivo il recupero e la valorizzazione di un vino dell’antica tradizione locale. Il Cialla Bianco è generato da un uvaggio che comprende uve Verduzzo, Ribolla Gialla e Picolit.

Abbinamenti:

Antipasti a base di pesce, primi e secondi piatti a base di pesce e di verdure, carni bianche delicate.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti