}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Acciughe al finocchio.

Acciughe al finocchio.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il venerdì 6 settembre 2013 | 14:16:00

Ricetta per persone n.

4

Ingredienti:

12-16 acciughe fresche
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di semi di finocchio
1 dl di vino bianco
4 cucchiai di olio di oliva
sale
pepe


Acciughe al finocchio

Preparazione: 15’ + 5’ di cottura

  • Eviscerate le acciughe ed eliminate la testa, lavatele, apritele a libro, lasciando la coda, e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.
  • Sbucciate gli spicchi di aglio, tritateli e versateli in una casseruola con l'olio.
  • Lasciateli insaporire per qualche minuto e, prima che prendano colore, unite anche le acciughe senza sovrapporle, cospargetele di i semi di finocchio, salatele e insaporitele con una macinata di pepe fresco.
  • Dopo 1 minuto bagnate con il vino bianco e portate a cottura per circa 2 minuti o fino a quando saranno cotte, girandole una sola volta.
  • I tempi di cottura qui consigliati diminuiscono se si tratta di acciughe piccole. È importante, infatti, che la polpa rimanga compatta e non si sfaldi in cottura.
  • Pertanto, appena le acciughe sono cotte, spegnete la fiamma e distribuitele nei piatti. Potete servire la preparazione calda o fredda.
  • Con la stessa ricetta potete cucinare le sardine.

Vino consigliato: la preparazione è delicata; richiede un vino garbato come il Delia Nivolelli bianco o il Trebbiano di Romagna.

vino delia nuvolelli

Il Delia Nivolelli è disponibile nelle tipologie Bianco, Rosso, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Damaschino, Grecanico, Grillo, Inzolia, Merlot, Muller Thurgau, Nero d'Avola, Pignatello o Perricone, Sangiovese, Sauvignon, Spumante, Syrah.

E' un vino tipico della regione Sicilia, prodotto in provincia di Trapani. Il Delia Nivolelli Bianco si ottiene da uve Grecanico, Inzolia e Grillo, congiuntamente o disgiuntamente, in percentuale minima del 65%; il Rosso si ottiene da uve Nero d'Avola, Pignatello o Perricone, Merlot, Cabernet Sauvignon, Syrah congiuntamente o disgiuntamente in percentuale minima del 65%. Per la produzione del Delia Nivolelli Spumante si utilizzano esclusivamente i vitigni Grecanico, Chardonnay, Inzolia, Damaschino, Grillo, da soli o assieme. La denominazione di origine controllata Delia Nivolelli con la menzione di uno dei vitigni Chardonnay, Grecanico, Cabernet Sauvignon, Inzolia, Grillo, Pignatello, Nero d'Avola, Sauvignon, Sangiovese, Syrah, Merlot, Muller Thurgau, Damaschino è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti costituiti per almeno l'85% dal corrispondente vitigno.

Il Delia Nivolelli Doc viene prodotto in parte del territorio dei comuni di Mazara del Vallo, Marsala, Petrosino e Salemi, in provincia di Trapani. Questa zona, fertile e pianeggiante, si trova in una posizione che sembra predestinarla a un rapporto privilegiato con i paesi del Nord-Africa; divenuta famosa per gli scambi all'epoca dei Fenici e per la sua conquista da parte degli arabi, è ricca di significativi monumenti, nel contesto del ricco patrimonio paesaggistico, archeologico e monumentale della provincia di Trapani. Questa Doc comprende le tipologie Bianco, Rosso, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Damaschino, Grecanico, Grillo, Inzolia, Merlot, Muller Thürgau, Nero d'Avola, Pignatello o Perricone, Sangiovese, Sauvignon, Spumante, Syrah.

Proprieta' organolettiche.
Il Delia Nivolelli Bianco presenta un colore giallo paglierino più o meno intenso talvolta con riflessi verdognoli e un profumo delicato, più o meno fruttato e caratteristico. All'esame gustativo risulta asciutto e armonico e la gradazione minima è di 11 gradi. Il Delia Nivolelli Rosso ha colore rosso più o meno intenso, granato, vivace, con riflessi arancione se invecchiato. Il suo profumo è delicato e vinoso e il sapore asciutto, sapido, caldo e armonico. La gradazione minima è di 11,5 gradi. Il Delia Nivolelli Spumante si presenta all'esame visivo con una spuma fine, vivace e persistente e un colore paglierino chiaro, con riflessi talvolta verdolini. Ha un profumo delicato, più o meno fruttato, sapore sapido, fresco, fine e armonico. La gradazione minima è di 11,5 gradi

Zona di produzione.
L'area di produzione interessa parte del territorio dei comuni di Mazara del Vallo, Marsala, Petrosino e Salemi, in provincia di Trapani.

Abbinamenti di cibo.
Il vino Delia Nivolelli Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
I bianchi della Doc Delia Nivolelli vanno degustati come aperitivi, assieme ad antipasti a base di pesce, frittate e torte di verdura e vanno serviti in calici svasati a una temperatura di 10-12 °C. I rossi si accompagnano bene a piatti abbastanza strutturati come secondi di carne e cacciagione. La temperatura ottimale di servizio è di 16-18 °C e il calice adatto è quello allungato se sono vini giovani o il ballon se sono più invecchiati. Il Delia Nivolelli Spumante si sposa a perfezione con antipasti di pesce e ostriche e va servito in bicchieri flûte a 8 -10 °C.

sicilia_delianivolelli

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti