}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , » Patate alla sorrentina.

Patate alla sorrentina.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il venerdì 20 settembre 2013 | 13:52:00

Il limone sorrentino viene molto adoperato in cucina, per condire piatti tipici della penisola omonima: antipasti, primi piatti, contorni e secondi piatti, dolci (come il babà al limone), e persino il caffè di limone, più o meno come avviene nella costiera amalfitana con il suo tipico sfusato.

E proprio come il limone amalfitano, quello sorrentino è molto adoperato anche per preparare il limoncello, liquore a base di limoni che nasce proprio tra le zone di Capri, Amalfi e Sorrento

Ricetta per persone n.

6

Ingredienti:

1 kg di patate a pasta gialla
8 Limoni di Sorrento
2 rametti di rosmarino
olio di oliva
sale
pepe bianco

patate alla sorrentina

Preparazione:  20’ + 40’ di cottura

  • Pelate le patate, pareggiatele con un coltellino affilato in modo da ottenere una superficie liscia e uniforme, quindi tagliatele a metà nel senso della lunghezza.
  • A mano a mano che sono pronte tuffatele in una terrina colma di acqua fredda, in modo tale che perdano parte dell’amido contenuto.
  • Lavate bene i limoni, quindi tagliateli a fettine utilizzando solo le parti centrali più grosse e spremendo le restanti.
  • Sciacquate le patate in acqua fredda corrente. Ungete leggermente di olio una teglia, quindi formate uno strato con le fette di limone.
  • Posatevi sopra le mezze patate, con il lato tagliato verso il basso, poi irroratele con una citronnette preparata emulsionando il succo di limone filtrato e una quantità doppia di olio, una presa di sale e un pizzico di pepe bianco.
  • Cospargete il tutto con aghi di rosmarino e mettete in forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti circa.
  • A cottura ultimata sfornate e fate riposare qualche minuto prima di servire.

Vino consigliato:  piatto di corposità modesta che richiede vini bianchi di sottile struttura come il Bianco della Costa d’Amalfi o il Biferno Bianco.

costa-damalfi-bianco

Il vino bianco Costa D' Amalfi Bianco prodotto soprattutto in Campania è un vino Bianco Secco, la cui coltivazione e preparazione abbonda soprattutto nei comuni di Amalfi, Cetara, Atrani, Conca Dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravella, Scala, Vietri, dove con il passare degli anni la tradizione del vino Costa D' Amalfi Bianco Doc si è trasformata in prodotto di qualità indiscutibile. Parecchi sono, appunto, i produttori di indubbio prestigio con base in questa regione, alcuni dei quali di distinguono per l'eccellenza dei loro prodotti e per la qualità della loro coltivazione. Anche il vino Costa D' Amalfi Bianco Doc presenta le caratteristiche generali di tutti i vini bianchi che, a differenza dei vini rossi, sono distinti da una vinificazione che non prevede il contatto tra vinacce e mosto in trasformazione.

Caratteristiche.

In riferimento alla vinificazione dei vini bianchi, ovvero relativamente a quel processo che permette all'uva di diventare vino, si deve prestare molta attenzione poichè va evitato il contatto con l'aria che potrebbe dare il via a ossidazione e quindi peggiorare le caratteristiche organolettiche del vino stesso. Anche il vino Costa D' Amalfi Bianco Doc si distingue per determinate caratteristiche che sono tipiche di tutti i vini bianchi: il colore che già ad occhio si presenta giallo in tonalità che cambiano dall'ambrato al verdolino, dal dorato al paglierino, il profumo che in linea di massima assume i toni del floreale o del fruttato, il sapore tradizionalmente meno integro rispetto a quello dei vini rossi. I vini bianchi, invero, sono comunemente meno alcolici dei rossi e pertanto più facilmente bevebili anche nei periodi caldi, e si distinguono per un sapore dai toni caldi con lievi sfumature di liquirizia, cannella e tabacco biondo. I vini bianchi vanno consumati preferibilmente dopo due o tre anni dalla vendemmia, nonostante da qualche tempo a questa parte alcuni intenditori stiano rivalutando la capacità dei vini bianchi di stagionare. Per questa ragione esistono alcuni vini bianchi molto longevi, che in linea generale sono il risultato di una vinificazione abbastanza lunga.

Ricette consigliate.

La saporita cucina e le storiche tradizioni culinarie della regione Campania sono ben stimolate dal gusto e dagli aromi facilmente individuabili del vino Costa D' Amalfi Bianco Doc. In linea di massima questo tipo di vino riesce a sposarsi bene con la maggior parte dei prodotti regionali,

Da non dimenticare che questo vino Bianco va servito come la maggior parte dei vini bianchi ad una temperatura che può andare tra i 7° e i 9°, preferendo per il servizio il calice, la flute o la coppa.

vini campania map

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti