}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , » Cocottine di crème brûlée al cioccolato fondente.

Cocottine di crème brûlée al cioccolato fondente.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il mercoledì 16 ottobre 2013 | 13:15:00

Le cocottine sono dei contenitori monoporzione in porcellana o terracotta, di piccole dimensioni e di forma cilindrica, che possono essere utilizzati per la cottura a bagnomaria di soufflé o budini. Per motivi di praticità è possibile utilizzare al loro posto stampi di alluminio monoporzione del tipo “usa e getta”.

Ingredienti: per 4 persone

200 g di cioccolato fondente
4 dl di panna fresca
3 tuorli
45 g di zucchero a velo
30 g di zucchero semolato
1 stecca di cannella
sale

Cocottine di crème brûlée al cioccolato fondente

Preparazione: 20’ più il tempo di raffreddamento + 40’ di cottura

  • Versate la panna in una casseruola, aggiungete la cannella e ponete su fuoco bassissimo, fino ad arrivare al limite dell’ebollizione.
  • Spegnete e lasciate riposare per 20 minuti, quindi eliminate la cannella.
  • Nel frattempo riducete il cioccolato a scaglie sottili e aggiungetelo alla panna, che rimetterete su fuoco dolce mescolando finché il composto non si sarà completamente sciolto.
  • In una terrina montate i tuorli con lo zucchero a velo e un pizzico di sale, fino a ottenere una consistenza spumosa; incorporatevi la panna al cioccolato, versandola a filo e mescolando continuamente con una frusta.
  • Suddividete la crema in quattro cocotte individuali e disponetele in una teglia dal bordo alto; versate nella teglia acqua bollente fino a metà dall’altezza delle cocotte e cuocete a bagnomaria in forno già caldo a 180 °C per circa 30 minuti, finché la crema si sarà addensata.
  • Prelevate le cocotte dalla teglia e lasciatele intiepidire, quindi ponetele in frigorifero per almeno 4 ore.
  • Poco prima di servire spolverizzate la superficie della crema con lo zucchero semolato e passate le cocotte sotto il grill del forno in modo che lo zucchero si caramelli.

Vino consigliato: accompagnate con un Moscato di Siracusa, vino prodotto con uve Moscato bianco, in grado di regalare profumi delicatissimi; da servire a 10-12 °C.

moscato di siracusa

Questo vino è prodotto con uve di Moscato bianco sottoposte ad un leggero appassimento nel territorio comunale di Siracusa. Ha colore giallo oro vecchio con riflessi ambracei, odore delicato caratteristico e sapore dolce vellutato e gradevole. La gradazione minima è di 16,5% ed è un vino da dessert.

Il Moscato di Siracusa sarebbe identificabile con l'antico Pollio siracusano. Se così fosse, le sue origini risalirebbero al VIII-VII secolo a.C., e il Moscato di Siracusa potrebbe essere considerato il vino più antico d'Italia. Viene prodotto con uve di Moscato Bianco sottoposte a un leggero appassimento. E' un vino da dessert che si accompagna a piccola pasticceria e a crostate di frutta bianca. Va degustato in piccoli calici a una temperatura di 10-12 °C.

La città di Siracusa infatti è molto antica, nata come colonia greca, si sviluppò enormemente fino a divenire uno dei centri più grandi e splendidi dell'intera penisola.

Come in tutta la colonizzazione greca, la viticoltura ebbe da subito un'importanza fondamentale nell'economia del Mediterraneo, solcato all'epoca da numerose civiltà mercantili, dalla Fenicia alla Romana.

L'area era caratterizzata dalla presenza di numerosissimi corsi d'acqua e da una palude che da essi veniva alimentata. Il promontorio e la zona circostante sono di origine calcarea, con una parte pianeggiante molto piccola occupata dalla città, e il restante territorio di natura collinare, dove l'uomo ha costruito numerosi terrazzi, con forte presenza di argilla e calcare.

L'orogenesi della zona è arenacea, proveniente dall'emersione dei fondali marini.
Il clima è caldo e temperato, classico mediterraneo con gli inverni miti e le estati torride, ma ventilate dal mare. Le piogge si concentrano soprattutto nel periodo invernale.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti