}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Lingua di vitello con mele e mandorle.

Lingua di vitello con mele e mandorle.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il lunedì 5 marzo 2012 | 15:59:00

La lingua fa parte delle frattaglie, nome con cui si intendono di solito i visceri degli animali macellati, anche se commercialmente la definizione è este­sa a tutti i prodotti accessori commestibili forniti dall'animale.
Ingrediente Principale:
Lingua di vitello - Cipolla - Carota - Sedano - Mele - Mandorle - Uvetta sultanina - Vino bianco secco.
Ricetta per persone n.
4-6
Note:

Ingredienti
Lingua di vitello: 1 da 1 kg circa
Cipolla: 1 media
Carota: 1
Sedano: 1 castola
Farina: 3 cucchiaiate
Olio extravergine d'oliva: 5 cucchiai
Mele: 3 tagliata a fettine
Mandorle: 50 g
Uvetta sultanina: 30 g
Vino bianco secco: 1/2 bicchiere
Sale
Preparazione:  60' + 60' di cottura
  • Scottate le mandorle nel pentolino, spellatele con cura e tagliatele a fìlettini. 
  • Ponete l'uvetta sultanina a macerare nella terrina col vino.Lavate bene la lingua e mettetela nella pentola con acqua leggermente salata. 
  • Unite cipolla, carota e costala di sedano. 
  • Portate a ebollizione e lasciate cuocere quanto basta. 
  • Togliete la lingua un po' al dente e sgocciolatela ben bene.
  • Lasciate intiepidire la lingua, spellatela con un coltellino affilato, poi ta­gliatela in 2 pezzi uguali.
  • Infarinateli e metteteli nel tegame a rosolare con l'olio. 
  • Quando la lingua comincerà a colorire aggiungete le fettine di mele, le mandorle, l'uvetta sultanina scolata.
  • Bagnate la lingua con il vino bianco usato per l'uvetta, salate a vostro gusto e lasciate cuocere mescolando ogni tanto. 
  • Togliete poi i pezzi di lingua, affettateli e disponeteli sul piatto di portata. 
  • Versatevi la salsa di mele e mandorle e servite.

DIETETICA: Tutte le frattaglie contengono notevoli quantità di tossine e colesterolo: è bene quindi limitarne al massimo il consumo. La lingua fresca deve essere di un colore cangiante dal rosa al grigiastro; può essere bollita, affumicata o salmistrata. Questo piatto è sconsigliato in casi dì colesterolo, diabete, ipertensione, malattie di fegato o intestinoli, dispepsie, gotta e uricemia, arteriosclerosi. Con un contorno di verdure crude o cotte forma un pasto completo.

Altre ricette che ti potrebbero interessare:





Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

1 commenti :

  1. Complimenti per la ricetta. Ti mando un'altra simile:
    Lingua con salsa verde
    Se vuoi puoi pubblicarla
    Grazie e complimenti per il blog

    RispondiElimina

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

Random Ricette

I miei preferiti