}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , » Focaccia con brie e carciofi, uno sfizio per aprire un pasto con tanto sapore.

Focaccia con brie e carciofi, uno sfizio per aprire un pasto con tanto sapore.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il domenica 2 giugno 2013 | 09:31:00

focaccia con brie e carciofi
Uno sfizio per aprire un pasto con tanto sapore o un secondo da proporre per una cena informale? Focacce e torte salate ti aiutano in ogni occasione.
Ingredienti principali:
pasta pronta per pizza
formaggio brie
carciofi
 
Ricetta per persone n.
4
   
Ingredienti:
pasta pronta per pizza g 500
formaggio brie g 150
5 carciofi
olio extravergine d'oliva
sale

Preparazione: 35’
  • Mondate i carciofi, liberateli dalle foglie dure e dall'eventuale fieno e tagliateli a listerelle.
  • Fate saltare in una padella i carciofi con 3 cucchiaiate d'olio, salateli.
  • Irrorateli con mezzo bicchiere d'acqua, copriteli e lasciateli stufare per circa 10'.
  • Scaldate intanto il forno.
  • Oliate uno stampo rotondo per pizza del Ø di cm 24.
  • Stendetevi la pasta e cuocete la focaccia nel forno.preriscaldato a 180 °C per 20 minuti.
  • Tagliate intanto il brie a fette regolari e sottili.
  • Togliete la focaccia dal forno.a cottura avvenuta.
  • Cospargetela con i carciofi ormai giustamente morbidi e disponetevi sopra, a raggiera, le fette di formaggio.
  • Passate la focaccia sotto il grill il tempo necessario perché il brie si sciolga leggermente e portate subito in tavola. 
Quanto nutre una porzione: 463 calorie
Questa focaccia può essere tagliata in 4 fette e servita come leggero primo piatto; divisa in 8 o più pezzi, può diventare uno stuzzichino da aperitivo; è anche ideale per una merenda rustica, accompagnata da birra fresca.
Vino consigliato: Aglianico del Taburno rosato.
aglianico rosato-taburno
Il vino Aglianico del Taburno D.O.P. Rosato è ottenuto da uve provenienti dalla zona del D.O.P. Taburno, con particolare composizione ampelografica e sistema di allevamento a spalliera.I vigneti sono situati ad una altitudine di 300/400 mt. slm., con un’ esposizione a sud, sud-est e impiantati su terreni cretacei e argillosi dove la resa per ettaro è particolarmente bassa.Il mosto viene svinato dopo una breve alzata di cappello e la fermentazione viene termoregolata.  Le operazioni di vinificazione sono effettuate con una tecnologia d’ avanguardia indirizzata alla massima estrazione degli aromi primari.Il vino arriva in bottiglia stabilizzato naturalmente.Il grado alcolico in bottiglia rappresenta la gradazione alcolometrica naturale (senza arricchimenti)

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti