}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , » Cedri ai peoci per una cena tra amici.

Cedri ai peoci per una cena tra amici.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il martedì 14 maggio 2013 | 18:35:00

CedriPeoci
Nei molluschi con conchiglia si trovano concentrati molti minerali, e il più importante è lo zinco, che nell’organismo è secondo solo al ferro e assolve numerose funzioni: disintossica, produce energia e favorisce la formazione di oltre 2.000 enzimi digestivi.
Ingredienti principali:
cedri
peoci con valva
olive

Note.
368 calorie a porzione
Ricetta per persone n.
4
   
Ingredienti:
2 cedri grandi
500 g di peoci con valva
16 olive farcite con peperone
80 g di salsa tonné
olio
sale
pepe

Per la salsa:
6 tuorli
180 g burro
1/2 limone
olio
sale

Preparazione: 40’ + 10’ di cottura
  • Tagliate a metà i cedri, raccoglietene la polpa, eliminate i semi, frullatela con due-tre cucchiai di olio fino a ottenere un composto spumoso e denso.
  • Unite la salsa tonné.
  • Lavate i peoci, trasferiteli in una padella larga e,senza aggiungere acqua, fateli aprire a fuoco basso, ritirateli.
  • Su otto stecchini di legno infilate un’oliva e un frutto di mare.
  • Disponete in quattro mezzi cedri vuoti nel piatto da portata, salateli, pepateli, riempiteli con la spuma di cedro tonné, decoratene ognuno con due stecchini, fissandoli nella buccia in modo che restino in piedi.
  • Servite i cedri e i restanti peoci in un piatto a parte.
peocio
Il mitilo mediterraneo (Mytilus galloprovincialis Lamarck 1819) - chiamato comunemente muscolo nelle regioni nord-occidentali, peocio in quelle nord-orientali e cozza nell'Italia centro-meridionale, è un mollusco bivalve ed equivalve. Talvolta è impropriamente chiamato mitile.
Da un punto di vista delle calorie contenute nella parte edibile del mitilo, si ha una media di 58 calorie ogni 100 gr. Significativo l'apporto dietetico di ferro, ammontante a 5,8 mg ogni 100 gr di parte edibile.
Il mitilo mediterraneo è edule, ma il suo consumo richiede molte precauzioni poiché esso può essere facilmente ricettacolo di batteri e/o virus molto pericolosi, specialmente se cresciuti in zone marine prossime a scarichi urbani od in zone ove le correnti marine trascinano elementi provenienti da acque reflue. Infatti essi, come d'altro canto tutti i lamellibranchi, filtrano attraverso le loro branchie, una gran quantità di acqua trattenendone particelle e microorganismi in essa sospesi
Molte sono le ricette gastronomiche per la cottura:

    in padella con vino bianco ed aromi vari, inclusi i gusci da gettare prima di servire
    come componente di spiedini
    fritti in pastella
    gratinati in forno con prezzemolo, aglio ed olio di oliva

 


Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti