}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » » Nutrirsi bene in poco tempo: tutto in un colpo d’occhio.

Nutrirsi bene in poco tempo: tutto in un colpo d’occhio.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il domenica 7 ottobre 2012 | 13:29:00

nutrirsi beneOrmai è cosa nota che per prevenire la maggior parte delle malattie che affliggono le società moderne e ricche è importante curare l'alimentazione. Nel caso del cancro, questa è una ve­rità quantificabile: gli epidemiologi hanno stabilito che, in Occidente, circa tre casi di tumore su dieci sarebbero evitabili con una dieta più attenta. 

Le regole di base da seguire per nutrirsi bene sono poche e, soprattutto per gli italiani, piuttosto facili perché coincidono con le caratteristiche della cosiddetta dieta medi­terranea: tanta frutta e verdura, legumi (ottimi sostituti della carne), cereali integrali, pochi grassi di origine animale a favore dell'uso dell'olio di oliva (anche per friggere!), un consumo modesto di vino (circa un bicchiere a pasto). 

Qual è la ragione per cui, invece, le abitudini alimentari degli italiani si vanno degradando di anno in anno, come dimostra il numero crescente di individui adulti e bambini affetti da obesità? Una delle scuse più comuni è quella del tempo: per mangiare bene bisogna avere tempo, si dice, e la cucina sembra essere un'attività poco compatibile con i ritmi moderni. 

In realtà non è così: fermo restando che è sempre meglio ricorrere a prodotti il più freschi possibile, i supermercati forniscono oggi molte preparazioni semilavorate (dai surgelati fino ad alcune conserve, da selezionare con cura) che aiutano in cucina. 


È meglio un'alimentazione "rapida" ma corretta di un'alimentazione scorretta: per
questa ragione, in queste pagine parleremo delle caratteristiche dei diversi sistemi di con­servazione per suggerire anche qualche ricetta semplice e veloce, che utilizza proprio i co­siddetti semilavorati. In fondo a ogni ricetta, troverete evidenziate le sue proprietà per una dieta anticancro. A dimostrazione del fatto che per mangiare bene e favorire un corretto stile di vita non bisogna per forza stare ore ai fornelli.


Tutto in un colpo d’occhio.
 
--> Fanno bene.

frutta_estate
  • Le vitamine contenute nella frutta e nella verdura fresca, che svolgono un ruolo antiossidante, proteggono la cellula dall'aggressione dell'ambiente esterno e interno.
  • I grassi omega-3 (di cui sono ricchi i pesci, specie quelli grassi come tonno, salmone e sardine) hanno una discreta azione protettiva, poiché anch'essi dotati di proprietà antiossidanti.
  • Le fibre alimentari, sia quelle dei ce­reali integrali sia quelle contenute nelle bucce dei legumi, proteggono dal cancro del colon, della prostata e del seno.
  • Un bicchiere di vino a pasto apporta la giusta quantità di tannini e flavqnoidi (antiossidanti).
  • La soia, grazie al contenuto in fitoe-strogeni, protegge dai tumori sensibili agli ormoni, come quello del seno.
  • Le crucifere (cavoli e broccoli) sono ricche di flavonoidi e quindi indispensa­bili nella dieta anticancro.
  • II licopene contenuto nel pomodoro (specie se cotto) protegge dal cancro della prostata.
  • Erbe e spezie hanno proprietà antiossi­danti e antinfiammatorie e, inoltre, con­sentono di usare meno sale nel preparare i piatti, a tutto vantaggio della salute.
Fanno male.

grassi transg
  • I grassi di origine animale e quelli trans, come per esempio quelli contenuti nella margarina, sono da evitare, o comunque da limitare.
  • Gli zuccheri raffinati hanno un'azione nociva sul metabolismo dell'insulina: meglio quelli non raffinati.
  • La frittura, soprattutto se effettuata con olii non adatti a sostenere temperature elevate, sviluppa sostanze tossiche po­tenzialmente cancerogene se assunte in quantità elevata.
  • La cottura della carne alla brace e alla griglia non è salubre: bruciare i grassi animali sviluppa sostanze tossiche, ed è quindi meglio non abusarne.
  • Alcuni conservanti presenti soprattutto negli insaccati, come i nitriti e i nitrati, sono stati associati all'insorgenza del tu­more allo stomaco.
  • In generale le bevande e i cibi molto calorici sono da evitare: l'obesità, indi­pendentemente dal tipo di alimentazione che si segue, è un importante fattore di rischio per quasi tutti i tipi di cancro.
-->
piramide_wellness

Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

1 commenti :

  1. Chissà perchè l'occhio si fgerma su quello che fa male....ma tanto bene alla golaaa????? Purtroppo di quel piatto tutto una tantum e separati...una volta le patatine dopo due settimane o più il fritto e cosi via...il medico dice che ogni tanto bisogna accontentarsi...ciaooo

    RispondiElimina

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti