}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » , , , , , , , » La cucina americana ha una sua identità e dignità, anche se molti pensano che non esista affatto, prima puntata.

La cucina americana ha una sua identità e dignità, anche se molti pensano che non esista affatto, prima puntata.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il sabato 23 giugno 2012 | 16:23:00

Pensare agli Stati Uniti d'America come ad una terra in cui tutti mangiano hamburger, hot dogs e patate fritte è decisamente un errore.

Data la vastità e l'eterogeneità delle culture e delle razze integratesi è invece facile attendersi che anche la cucina risenta di tutte queste influenze.

 E' possibile trovare di tutto e di tutte le qualità; dipende solo dai gusti e dalle tasche. La colazione (o breakfast) negli States è generalmente molto abbondante. Si mangia di tutto, dalle uova con la pancetta (eggs and beacon) al pollo, succhi di frutta e muffin (un tipo di dolce molto popolare e anche molto buono).

Quello che invece corrisponde al pranzo italiano non esiste. Molto spesso è sostituito da un frugale spuntino consumato al bar all'angolo o addirittura direttamente al posto di lavoro. Questa usanza ha favorito la nascita, soprattutto nei centri urbani, di un gran numero catene di locali indirizzati a fornire pranzi veloci (fast food). McDonald, Subway, Pizza Hut, Hard Rock Cafè sono solo un esempio. Il vero momento in cui la famiglia americana si ritrova è per la cena.

Altra usanza tipica statunitense è quella di assumere le bevande ad una temperatura glaciale. Una bibita, per essere tale, non deve essere fresca, deve essere gelida. Ed infatti il ghiaccio abbonda. Se desiderate non avere ghiaccio chiedete semplicemente no ice. Altra informazione. Molto spesso l'acqua costa più della CocaCola. Notoriamente le abitudini alimentari degli statunitensi non sono delle migliori. Il numero di obesi è decisamente superiore che in Europa.
Quello che va sottolineato è che spesso la percentuale di obesi è maggiore tra le persone economicamente più deboli. I cibi dietetici sono infatti più costosi. L'unico appunto da fare è che in America s'ingrassa troppo. Colpa degli ingredienti (anche quelli con poche calorie) che sono tutti arricchiti di vitamine e minerali.

Questo spiega l'enorme esercito di obesi e obese che s'incontrano negli States. In Canada la presenza francese nel Quebec si è estesa a tutto il dominio. Il risultato è una cultura culinaria leggermente più sofisticata rispetto a quella americana. In entrambi gli stati si mangia bene. Il breakfast è inglese: uova, bacon, succhi di frutta, patate, eccetera. Ultimamente si è scoperto il "pericolo colesterolo", per cui le famiglie più colte hanno tolto dalla prima colazione uova e bacon inserendo più corn falkes.

Il pranzo è in genere leggero, mentre la cena viene consumata molto presto, entro le 19. Si mangia diversamente da stato a stato. Nel New England sono molto forti le influenze inglesi, irlandesi, tedesche e italiane; in Illinois le slave; in California le messicane, le orientali e le persiane; nel sud quelle caraibiche e francesi.

Per quanto riguarda il fast food ricordate che un hamburger ha più di 1000 calorie: ecco spiegato perché ci si sente subito sazi dopo averne consumato uno. Nelle città è possibile mangiare 24 ore su 24.

Nei piccoli centri esistono dei "deli" (da delicatessen, ossia negozi alimentari) aperti tutta la notte che distribuiscono tramezzini e sandwich. Per quanto riguarda l'alcol, è vietato dalla legge berlo per strada. Quando vedete un individuo che passeggia con alla bocca un sacchetto di carta, significa che sta bevendo dell'alcol nascondendo una bottiglia o una lattina.
Negli Usa e in Canada è possibile bere i drink e i coktail di tutto il mondo: i bar tender sono abilissimi e preparano bibite formidabili. Il vezzo americano di bere super alcolici durante i pasti sta scomparendo. Oggi si comincia a bere molto più vino.


Altri articoli che ti potrebbero interessare:
cucina_finalandese_leipajuusto
cucina_belga
cucina_norvegese
cucina_araba
Salmone al cartoccio
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
CONDIVIDI

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti