}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.
Home » » Saltimbocca alla romana, forse il piatto italiano più noto dopo gli spaghetti all'estero.

Saltimbocca alla romana, forse il piatto italiano più noto dopo gli spaghetti all'estero.

PUBBLICATO DA Maia Susana Diaz on venerdì 4 maggio 2012 | 20:34:00


I saltimbocca alla romana, come suggerisce anche il nome, sono il cavallo di battaglia, insieme alla pasta alla carbonara, della cucina tipica Romana.
Si tratta di un piatto ormai conosciutissimo in tutto il mondo, forse il piatto italiano più noto dopo gli spaghetti all'estero.
In realtà le origini di questo gustoso piatto sono dubbie: accanto alla più tradizionale origine Romana qualcuno ha voluto rivendicare anche un origine Bresciana.
In ogni caso sappiamo che Pellegrino Artusi, che l'ha descritta fin dalla fine dell'800, abbia assaggiato i saltimbocca nella trattoria storica di Roma "Le Venete" anche se, dopo poco tempo iniziarono ad essere serviti anche in altre trattorie tipiche Romane.

Ingrediente Principale:
Piccole fettine di vitello - Slvia - Burro - Vino bianco secco
Ricetta per persone n.
4
Note:
325 calorie a porzione
Ingredienti
8 piccole fettine di vitello del peso complessivo di 500 g,
100 g di prosciutto crudo
30 g di burro
8 foglie di salvia
 un dl di vino bianco secco

sale
 
Preparazione:   20'
  •  Appiattite le fettine di carne con il batticarne, di­sponete su ciascuna mezza fetta di prosciutto e una fo­glia di salvia che fisserete alla carne con uno stecchi­no. 
  • In un largo tegame di tipo antiaderente fate fon­dere il burro: non appena comincerà a spumeggiare aggiungete i saltimbocca, disponendoli uno accanto all'altro, fateli rosolare, spruzzate con il vino, fatelo evaporare a fiamma viva, salate leggermente la carne e cuccete ancora per 5/6 minuti. 
  • Prelevate i saltim­bocca dal recipiente, unite un paio di cucchiai d'ac­qua, fate sobbollire e addensare il fondo di cottura.
  • Trasferite i saltimbocca in un piatto da portata e ser­viteli tappati col fondo di cottura.


Altre ricette che ti potrebbero interessare:





Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti