Pages

Featured Posts

Seguimi in Twitter Seguimi  in Instagram Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

giovedì 30 ottobre 2014

Bavette alle vongole e zucchine.

Ingredienti: per 4 persone.

350 g pasta tipo bavette
800 g vongole
300 g zucchine
3 pomodori
10 cl vino bianco secco
1 scalogno
1 spicchio Aglio
prezzemolo tritato
3 cucchiai olio d'oliva
1/2 peperoncino
sale

Lo zafferano dà un tocco speciale in cucina, quel tocco in più che serve per tante e tante preparazioni ghiotte che soddisfano il palato e rallegrano la tavola, facendo crescere il desiderio di mettersi attorno al desco tra le persone care, nel cuore certo della vita familiare.

Bavette alle vongole e zucchine.

Scaloppe di salmone con salsa allo zafferano.

Ingredienti: per 4 persone.

4 fette di salmone
1 bicchiere di vino bianco secco
1 bicchiere di vermouth bianco secco
1/4 litro di panna liquida
1/4 litro di brodo di pesce
1 bustina di zafferano
sale
pepe

Lo zafferano dà un tocco speciale in cucina, quel tocco in più che serve per tante e tante preparazioni ghiotte che soddisfano il palato e rallegrano la tavola, facendo crescere il desiderio di mettersi attorno al desco tra le persone care, nel cuore certo della vita familiare.

scaloppe_di_salmone_con_salsa_allo_zafferano

Lombata di agnello arrosto.

Ingredienti: per 4 persone.

lombata di agnello
un ciuffo di rosmarino
scorza di limone
aglio
2 cucchiai di olio
mezzo bicchiere di vino bianco
sale
pepe
salsa di menta

La salsa di menta è l'accompagnamento più classico dell'arrosto di agnello: il fresco profumo di quest'erba primaverile, macerata inu sciroppo agrodolce, valorizza e affina il gusto particolare della carne, rendendola gradita a tutti.

Preparare la salsa di menta.

Lavate e asciugate delicatamente 50 g di foglie di menta e tagliatele a julienne; mettetele in una ciotola, copritele a filo con metà aceto bianco e metà acqua bollente in cui avrete sciolto un cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale e pepe.
Lasciatela riposare per circa un'ora.

lombata_di_agnello_arrosto

Zuppa di spaghetti con pollo alla maremmana.

Ingredienti: per 4 persone.

200 g di spaghettoni
1 pollo di circa 1,2 kg
1 pezzo di cipolla tritato
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di olio extravergine
1 peperoncino a pezzetti
20 g di pancetta tritata
1 bicchiere di vino rosso
250 g di pomodori pelati
70 g di parmigiano
sale e pepe

Zuppa di spaghetti con pollo alla maremmana

Aforismi sul Vino, Citazioni e Frasi Famose.

l Vino nelle parole di grandi scrittori, pensatori e poeti che, dalle origini ad oggi, hanno voluto e saputo descrivere questo affascinante nettare in aforismi e citazioni di grande forza espressiva.

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.

Omero

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un’anfora di vino;
ora l’amata cetra tocco con dolcezza
e canto amore alla mia tenera fanciulla.

vino arcole merlot doc

Dolce a sorpresa, cacao e cioccolato, un'abbinata golosa.

Ingredienti: per 4 persone.

125 g di zucchero
100 g di cacao
125 g di burro
2 uova
savoiardi
caffè ristretto
latte
cioccolato bianco
canditi

Di solito quando si degusta il cioccolato si trovano tre sapori: amaro, acido e tannico. Ma non è così. Il cioccolato ha una gamma aromatica molto più vasta.Domori infatti punta molto su varietà fini ed extra fini, come il Criollo, il cacao più pregiato che 170 ettari in Venezuela e il lavoro sulle fermentazioni e sull’ossigenazione del cacao per avere un prodotto “rotondo” ed estremamente cremoso. Inoltre viene tostato a 120 gradi, una tostatura dolce per mantenere tutto il bouquet aromatico. Inoltre Franzoni ha creato il primo codice di degustazione al mondo del cioccolato.Quando si degusta il cioccolato bisogna conoscere i “descrittori” cioè i termini per poi descrivere il cioccolato.

Dolce a sorpresa, cacao e cioccolato, un'abbinata golosa.

La cucina laziale ha mantenuto inalterate le sue peculiarità nel tempo.

La cucina laziale è rappresentata in gran parte da quella romana nella quale sono convogliate tutte le specialità delle tradizioni culinarie della regione.

Perduti i fasti dell'Antica Roma, dove era possibile mangiare qualunque prelibatezza del mondo civilizzato, questa è una cucina che ha perso in gran parte il suo filone aristocratico (famosa eccezione il timballo di Bonifacio VIII). Nella gastronomia romana hanno solidamente prevalso tre componenti popolaresche:

1) Ebraica (detta “giudia”), la più raffinata, ingegnosa e colta, cui si devono celebri piatti come i “carciofi alla giudia” o “l’invidia con le alici”;

2) Burina, di derivazione abruzzese, che ha portato fra l’altro i “bucatini all’amatriciana”, la “pasta alla carbonara”, l’abbacchio e in genere i piatti di carne di maiale;

cucina laziale mappa vini

Insalata di scampi, cozze e pompelmo.

Ingredienti: per 5 persone.

600 g di gamberi
300 g di cozze
1 pompelmo rosa
1 mazzetto di rucola
2 pomodori perini
1 piccola costa di sedano
4 steli di erba cipollina
1 cucchiaio di olive nere snocciolate
2 patate
1 spicchio di aglio
1 carota
1 scalogno
6 cucchiai di olio di oliva
sale
pepe

Insalata di scampi, cozze e pompelmo

Timballo (vegetariano) di anelletti in salsa di pomodoro.

Ingredienti: per 4 persone.

200 g di anelletti
300 g di salsa di pomodoro
150 g di caciocavallo ragusano
1 melanzana media
1 cipolla media
pangrattato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Gli anelletti, tipico formato di pasta siciliana, sono i protagonisti principali del piatto che descriverò. Questo trionfo barocco di pasta al forno, o "timballo di anelletti", altrimenti conosciuto come "pasta col forno", è parte integrante della tradizione gastronomica palermitana ed è legato alla sua storia. I primi timballi palermitani furono elaborati nel IX secolo, durante la dominazione araba, per poi diffondersi in diverse forme in tutta l'isola.

Importanza fondamentale per i siciliani è la facilità di trasporto, poiché spesso il timballo assume il ruolo da protagonista principale in un picnic fuori porta o, a seconda della stagione, nelle ricche tavole delle feste trascorse in famiglia. La ricetta tradizionale di questo trionfale piatto unico è multiforme e può contenere tra i più svariati ingredienti: dal ragù di carne ai piselli, dall'uovo sodo al salame, dal primosale al prosciutto, e via elencando.

La ricetta che vi propongo è una versione "vegetarianizzata" per i non carnivori, di gran lunga più "leggera" e "digeribile" di tutte le altre versioni dell'intera galassia sicula.

 

Timballo (vegetariano) di anelletti

Sartù vegetariano con crema di pomodoro.

Ingredienti: per 6 persone.

350 g di riso
500 g di passata di pomodoro
2 mozzarelle
2 melanzane
2 zucchine
2 tuorli
100 g di pisellini
2 cipolle
50 g di carote
50 g di sedano
1 bicchiere di vino bianco secco
40 g di formaggio grattugiato
brodo
prezzemolo
alloro
pangrattato
8 cucchiai di olio
sale
pepe

Sartù vegetariano con crema di pomodoro

Panzerotti napoletani.

Ingredienti: per 6 persone.

250g di farina
30 g di strutto

Per il ripieno:

100 g di salame
100 g di ricotta
100 g di mozzarella
50 g di provola affumicata
40 g di formaggio grattugiato
1 uovo
prezzemolo
olio
sale

IMPORTANTISSIMO: il vero e solo panzarotto napoletano non prevede uova nell’impasto o impanatura finale, ma sole patate vecchie e farinose. Chi vi parla del contrario vi parla di ottimi panzarotti, indubbiamente, ma niente a che fare con la vera ricetta tipica della cucina campana.

panzerotti napoletani

domenica 26 ottobre 2014

I trend dei costumi di Halloween e l’influenza della cultura pop.

In questi giorni parliamo molto di costumi di Halloween, soprattutto quelli influenzati dalla pop culture: cantanti, vip, personaggi di serie tv e cartoons e politici superpaparazzati, famosi, trending, in una parola “viral”

Abbiamo trovato, così, delle infografiche che riassumono i trend degli scorsi anni e ci danno un’idea dei costumi che andranno per la maggiore in questo Halloween 2014.

halloween-costumes-pop-culture-favorites_50290d6e7d880_w640

Arriva Halloween: ecco una infografica sugli abiti delle streghe della TV e del cinema.

In vista di Halloween il sito Stylight.it ha creato una dettagliata infografica che ripercorre i look degli ultimi 80 anni delle streghe più famose della TV e del cinema.

Non si tratta di quindi di outfit caratterizzati da cappelli a punta e scope, ma di quelli – per esempio – di personaggi come le sorelle Halliwell di Streghe, o di Sabrina Spellman di Sabrina Vita da Strega.

Il sito ha scelto le streghe non solo in base al vestito, ma anche al successo che hanno riscosso, perché dei 19 film che compaiono nell’infografica “ben 6 hanno portato a casa un Oscar, e delle 7 serie TV presenti, ben 4 hanno vinto almeno un Emmy”.

Qui di seguito l’infografica (potete ingrandirla cliccandoci sopra!)

Infografica-Streghe-banner-1

Speciale Halloween: curiosità ed eventi in Romagna.

In questa infografica sono contenuti suggerimenti ed informazioni sulla Festa di Halloween, nonché indicazioni sulle feste organizzate presso i parchi della Riviera Romagnola.


Nella prima parte dell’immagine infatti è possibile scoprire le iniziative organizzate da tre dei parchi più conosciuti d’Italia ossia Mirabilandia, Fiabilandia ed Italia in miniatura.
Come anticipato, sono presenti suggerimenti sui travestimenti più facili da ricreare anche a casa (utilizzando vecchie lenzuola e pennarelli di colore rosso), nonché informazioni sulle maschere più originali degli ultimi tempi.


Oltre alle maschere, vengono riportati alcuni dolcetti a tema da riproporre in queste giornate.

infografica-halloween_small

Polpette danesi (Frikadeller) con patate prezzemolate.

Ingredienti: per 6 persone.

Per le polpette:
    Carne di suino 500 g
    Pangrattato 80 g
    Cipolle 1 grossa bianca
    Uova 2
    Birra danese 33 cl
    Burro 50 g
    Sale q.b.
    Pepe q.b.
    Olio di oliva 1 cucchiaio
    Limoni il succo di uno
    Noce moscata 1/2 cucchiaino
    Cannella q.b.

Ingredienti:
    Patate 6 medie
    Prezzemolo una manciata
    Sale q.b.
    Olio di oliva q.b.

Le polpette danesi (Frikadeller) sono dei gustosi bocconcini di carne di maiale molto comuni in Danimarca, insaporiti da noce moscata e cannella che vengono cotte in padella insieme alla birra, ovviamente birra danese! Le polpette danesi (Frikadeller) si preparano molto velocemente e sono molto appetitose e in Danimarca sono molto diffuse. Come detto, le polpette danesi vengono cotte in padella insaporite da burro e birra e succo di limone. La birra conferirà un leggero sapore amarognolo alle polpette danesi, se non è di vostro gradimento oppure se volete far mangiare le polpette anche ai vostri bambini potete sostituire la birra con del brodo vegetale oppure lasciare cuocere le polpette solo nel burro.

Polpette danesi (Frikadeller) con patate prezzemolate

Ultime Ricette Pubblicate

I miei preferiti