Pages

Featured Posts

Seguimi in Twitter Seguimi  in Instagram Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

domenica 23 novembre 2014

La Cucina di Susana: le 10 ricette più lette e più viste nel mese di Ottobre 2014.

1.- Recioto della Valpolicella un vino dolce di grande struttura ed entusiasmanti aromi.

Recioto della Valpolicella un vino dolce di grande struttura ed entusiasmanti aromi.

Il Recioto della Valpolicella è generalmente prodotto nella stagione invernale, al termine dell'appassimento delle uve. La fermentazione è piuttosto lunga e può avere una durata anche di oltre 30 giorni, periodo durante il quale il mosto è lasciato in contatto con le bucce, conferendo colore, aromi e struttura. Sarà la fermentazione a stabilire se il mosto diventerà Recioto oppure Amarone.

Leggi il resto della ricetta ... »

sabato 22 novembre 2014

Recioto della Valpolicella un vino dolce di grande struttura ed entusiasmanti aromi.

Il Recioto della Valpolicella è generalmente prodotto nella stagione invernale, al termine dell'appassimento delle uve. La fermentazione è piuttosto lunga e può avere una durata anche di oltre 30 giorni, periodo durante il quale il mosto è lasciato in contatto con le bucce, conferendo colore, aromi e struttura. Sarà la fermentazione a stabilire se il mosto diventerà Recioto oppure Amarone.

Quando la fermentazione è svolta completamente si ottiene l'Amarone, mentre nel caso in cui si conservi un residuo zuccherino, in genere non oltre il 12%, si ottiene il Recioto. La maturazione del Recioto è svolta in botte, le quali dimensioni e caratteristiche sono scelte dal produttore in accordo al risultato che si vuole ottenere.

Tradizionalmente la maturazione del Recioto veniva svolta in botte grande, mentre oggi non è raro l'utilizzo della barrique, così come non è raro l'impiego di entrambi i tipi. Alcuni produttori preferiscono infatti iniziare la maturazione nella barrique o nella botte, per poi trasferire il Recioto - dopo alcuni mesi - nell'altro tipo di contenitore.

ReciotoValpolicella

Montanare al pomodoro.

Ingredienti: per 4 persone.

Per la pasta:

500 g farina
250 g acqua
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
Sale
5 cucchiai dolio evo
Olio di arachidi per friggere

Per il condimento:

300 g sugo di pomodoro
100 g parmigiano
100 g pecorino
Basilico
Sale
pepe nero
olio evo

Montanare al pomodoro

Tortino di alici con foglie di limone.

Ingredienti: per 4 persone.

Alici
250 g di mollica di pane raffermo
1 limone (buccia e succo)
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe
Mezzo spicchio di aglio
Origano
Aceto di vino bianco
4/5 foglie di limone

Tutti gli alimenti hanno una loro importanza, tra questi ritroviamo soprattutto il pesce, ricco di proprietà nutritive e salutari che ci permettono di vivere al meglio. In questa categoria bisogna fare un discorso alquanto importante per il pesce azzurro, a volte snobbato, ma che contiene sostanze davvero necessarie per la corretta funzionalità dell'organismo di tutti gli esseri umani. E' definito il pesce povero perché il suo prezzo è davvero molto basso e abbordabile a tutti, ma in realtà è ricchissimo di proprietà nutritive, molto più di qualsiasi tipo di pesce che normalmente si è soliti mangiare quotidianamente.

Tortino di alici con foglie di limone

venerdì 21 novembre 2014

Spiedini di saltimbocca di tacchino.

Ingredienti: per 4 persone.

350 g di petto di tacchino a fette
18-20 pomodori ciliegini
5-6 fette di prosciutto crudo
18-20 foglie di salvia
olio extravergine di oliva
sale
pepe

La carne di tacchino entra nella classificazione di carne bianca, insieme al pollo e coniglio.

Questo tipo di carne risulta avere moltissime proteine nobili, che sono molto utili all’organismo per numerose cose, tra le quali ricordiamo il rinnovamento dei tessuti e la formazione di ormoni, enzimi e anticorpi.

Altra peculiarità del tacchino è che la sua carne è ricca di aminoacidi ramificati: questi ultimi sono benefici nel metabolismo dei muscoli e nel promuovere lo smaltimento delle tossine "della fatica" ovverosia quelle che si formano quando un organismo svolge un intenso lavoro atletico.

Nonostante che l’aspetto bianco della carne possa far pensare ad un alimento povero di ferro, la realtà non è così, infatti in 100 grammi di tacchino troviamo 2,5 grammi di ferro,un valore molto vicino alla carne di bovino.

Spiedini di saltimbocca di tacchino

Coda di manzo su crema di piselli e salsa di ciliegie marinate.

Ingredienti: per 4 persone.

600 g di coda di manzo tagliata a pezzi
1/2 carota
1/2 cipolla
1/2 costa di sedano
sale
pepe
olio extra vergine di oliva
acqua

PER LA CREMA DI PISELLI:

200 g di piselli sgranati
1 cucchiaio di cipolla tritata finemente
olio extra vergine di oliva
sale
pepe
1/2 cucchiaino di agar agar

PER LA SALSA DI CILIEGIE:

20 ciliegie
1/2 cipolla
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di aceto
sale
pepe

La coda di manzo in genere viene utilizzata per insaporire il brodo di carne, è un taglio povero e spesso in macelleria viene regalato o fatto pagare davvero poco. La carne però, oltre che molto saporita, una volta pulita e staccata dall’osso risulta molto magra e adatta per altre preparazioni, abbinata poi a prodotti estivi  come i  piselli acquista una particolare freschezza. Le ciliegie marinate ricordano il classico abbinamento frutti rossi-cacciagione che con la loro lieve acidità sgrassano e danno leggerezza alle carni più “robuste”.

Coda di manzo su crema di piselli e salsa di ciliegie marinate

giovedì 20 novembre 2014

Fette di tofu alla curcuma su insalata di mele e coriandolo.

Ingredienti: per 4 persone.

1 mazzetto di coriandolo
30 g di mandorle
5 cucchiai di olio di sesamo
4 cucchiai di succo di lime
1 cucchiaio di crema di mandorle
½ cucchiaio di succo d’agave concentrato
sale
pepe
1 limone
3 mele
2 cipollotti
1 peperoncino
200 g di tofu (naturale o tipo Madagascar)
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaino di curcuma

Il tofu Madagascar è una varietà di tofu arricchita con grani interi di pepe, paprika ed erbe aromatiche. Il suo sapore caratteristico e il suo colore deciso ne rendono ottimale l’abbinamento con pietanze dal sapore fruttato.

Fette di tofu alla curcuma su insalata di mele e coriandolo

Il Tocai Friulano è un vitigno autoctono del Friuli-Venezia Giulia di origini antichissime.

Il Tocai Friulano è un vitigno autoctono del Friuli-Venezia Giulia di origini antichissime, con documenti scritti che risalgono a oltre due secoli fa. Si ritiene sia stato importato dall'Ungheria in Veneto ed nel Friuli-Venezia Giulia, ma non vi sono analogie con alcun vitigno di quella regione.

Studi più recenti lo farebbero coincidere con il vitigno Sauvignonasse, di origine frencese, ormai quasi scomparso in patria ma presente in altri paesi tra cui il Cile.

Nonostante il nome, il vitigno "Tocai Friulano" dà un vino completamente diverso dal Tokaji ungherese, ottenuto dall’assemblaggio di uve Furmint, Hàrzevelu e Muscat lunelu, ed il cui nome sta ad indicare una precisa area geografica Ungherese.

tocai-friulano

giovedì 30 ottobre 2014

Bavette alle vongole e zucchine.

Ingredienti: per 4 persone.

350 g pasta tipo bavette
800 g vongole
300 g zucchine
3 pomodori
10 cl vino bianco secco
1 scalogno
1 spicchio Aglio
prezzemolo tritato
3 cucchiai olio d'oliva
1/2 peperoncino
sale

Lo zafferano dà un tocco speciale in cucina, quel tocco in più che serve per tante e tante preparazioni ghiotte che soddisfano il palato e rallegrano la tavola, facendo crescere il desiderio di mettersi attorno al desco tra le persone care, nel cuore certo della vita familiare.

Bavette alle vongole e zucchine.

Scaloppe di salmone con salsa allo zafferano.

Ingredienti: per 4 persone.

4 fette di salmone
1 bicchiere di vino bianco secco
1 bicchiere di vermouth bianco secco
1/4 litro di panna liquida
1/4 litro di brodo di pesce
1 bustina di zafferano
sale
pepe

Lo zafferano dà un tocco speciale in cucina, quel tocco in più che serve per tante e tante preparazioni ghiotte che soddisfano il palato e rallegrano la tavola, facendo crescere il desiderio di mettersi attorno al desco tra le persone care, nel cuore certo della vita familiare.

scaloppe_di_salmone_con_salsa_allo_zafferano

Lombata di agnello arrosto.

Ingredienti: per 4 persone.

lombata di agnello
un ciuffo di rosmarino
scorza di limone
aglio
2 cucchiai di olio
mezzo bicchiere di vino bianco
sale
pepe
salsa di menta

La salsa di menta è l'accompagnamento più classico dell'arrosto di agnello: il fresco profumo di quest'erba primaverile, macerata inu sciroppo agrodolce, valorizza e affina il gusto particolare della carne, rendendola gradita a tutti.

Preparare la salsa di menta.

Lavate e asciugate delicatamente 50 g di foglie di menta e tagliatele a julienne; mettetele in una ciotola, copritele a filo con metà aceto bianco e metà acqua bollente in cui avrete sciolto un cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale e pepe.
Lasciatela riposare per circa un'ora.

lombata_di_agnello_arrosto

Zuppa di spaghetti con pollo alla maremmana.

Ingredienti: per 4 persone.

200 g di spaghettoni
1 pollo di circa 1,2 kg
1 pezzo di cipolla tritato
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di olio extravergine
1 peperoncino a pezzetti
20 g di pancetta tritata
1 bicchiere di vino rosso
250 g di pomodori pelati
70 g di parmigiano
sale e pepe

Zuppa di spaghetti con pollo alla maremmana

Aforismi sul Vino, Citazioni e Frasi Famose.

l Vino nelle parole di grandi scrittori, pensatori e poeti che, dalle origini ad oggi, hanno voluto e saputo descrivere questo affascinante nettare in aforismi e citazioni di grande forza espressiva.

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.

Omero

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un’anfora di vino;
ora l’amata cetra tocco con dolcezza
e canto amore alla mia tenera fanciulla.

vino arcole merlot doc

Dolce a sorpresa, cacao e cioccolato, un'abbinata golosa.

Ingredienti: per 4 persone.

125 g di zucchero
100 g di cacao
125 g di burro
2 uova
savoiardi
caffè ristretto
latte
cioccolato bianco
canditi

Di solito quando si degusta il cioccolato si trovano tre sapori: amaro, acido e tannico. Ma non è così. Il cioccolato ha una gamma aromatica molto più vasta.Domori infatti punta molto su varietà fini ed extra fini, come il Criollo, il cacao più pregiato che 170 ettari in Venezuela e il lavoro sulle fermentazioni e sull’ossigenazione del cacao per avere un prodotto “rotondo” ed estremamente cremoso. Inoltre viene tostato a 120 gradi, una tostatura dolce per mantenere tutto il bouquet aromatico. Inoltre Franzoni ha creato il primo codice di degustazione al mondo del cioccolato.Quando si degusta il cioccolato bisogna conoscere i “descrittori” cioè i termini per poi descrivere il cioccolato.

Dolce a sorpresa, cacao e cioccolato, un'abbinata golosa.

La cucina laziale ha mantenuto inalterate le sue peculiarità nel tempo.

La cucina laziale è rappresentata in gran parte da quella romana nella quale sono convogliate tutte le specialità delle tradizioni culinarie della regione.

Perduti i fasti dell'Antica Roma, dove era possibile mangiare qualunque prelibatezza del mondo civilizzato, questa è una cucina che ha perso in gran parte il suo filone aristocratico (famosa eccezione il timballo di Bonifacio VIII). Nella gastronomia romana hanno solidamente prevalso tre componenti popolaresche:

1) Ebraica (detta “giudia”), la più raffinata, ingegnosa e colta, cui si devono celebri piatti come i “carciofi alla giudia” o “l’invidia con le alici”;

2) Burina, di derivazione abruzzese, che ha portato fra l’altro i “bucatini all’amatriciana”, la “pasta alla carbonara”, l’abbacchio e in genere i piatti di carne di maiale;

cucina laziale mappa vini

Ultime Ricette Pubblicate

I miei preferiti